Condividi la notizia

INIZIATIVE

Pro Loco fa rivivere la tradizione con un occhio al futuro [VIDEO]

Il presepe non è l’unica iniziativa della Pro loco per questo periodo natalizio. Infatti ieri, nell’ambito della proposta regionale The Land of Venice – Ficarolo (Rovigo), è stato pubblicato il secondo mini documentario sul Grande fiume

0
Succede a:

FICAROLO (Rovigo) – Pro Loco reagisce come può alla pandemia, anche recuperando la tradizione natalizia, facendola rivivere come nel caso del presepe, opera dell'indimenticato Renato Mazzali.

“Una storica eredità custodita gelosamente” come ha dichiarato Yari Zanella, parlando del maestro che è stato tra i fondatori dell'associazione nel lontano 1967, assieme a tanti volontari del paese. Renato Mazzali, scomparso nel 2004, nella vita fu Maestro d'arte e creatore d’innumerevoli opere donate al proprio paese. Anche per questo, alcuni anni fa, la Pro Loco ha pensato di ridare vita a quelle sagome che Mazzali aveva donato all'associazione, contribuendo ad alimentare la tradizione del presepe.

La presidente Silvia Pellegrini e la segretaria Sara Passini hanno guidato Giordano Vincenzi, Antonella Argeri, Radames Argeri, Yari Zanella, Alfredo Cottica, Lorenzo Lanzoni, Alex Farina, nel recupero delle sagome custodite da Ivo Liboni e nella loro collocazione.

Ma il presepe non è l’unica iniziativa della Pro loco per questo periodo natalizio. Infatti ieri, nell’ambito della proposta regionale The Land of Venice – Ficarolo, è stato pubblicato il secondo mini documentario che porta a conoscere il Grande fiume nel tratto locale, un viaggio dalla caduta dell'Impero romano fino alla nomina come Riserva Mab dell'Unesco.

“Questa estate, ricorda ancora Zanella, abbiamo aderito al progetto di rilancio turistico del Veneto "The Land of Venice" promosso da regione Veneto e Unpli Veneto, che prevedeva un breve video di presentazione del comune, ma abbiamo deciso di espandere l’idea realizzando una serie di documentari su Ficarolo”. Il primo video riassuntivo, pubblicato il primo dicembre scorso e condotto dalla presidente Silvia Pellegrini, ha introdotto il progetto e presentato una panoramica turistica su Ficarolo.

Martedì 22 dicembre uscirà il secondo dei mini documentari questa volta sulla Chiesa Arcipretale di S. Antonino martire e il Campanile pendente, condotto dalla volontaria Giovanna Ottoboni.

Yari e Giovanna sono entrambi giovani consiglieri della Pro Loco e hanno scritto personalmente la sceneggiatura e i testi dei rispettivi video, realizzando ricerche storiche e culturali. I documentari sono stati affidati alla regia di Damiano Bimbati, anch'egli volontario e ficarolese con la passione per il video making. I documentari vengono pubblicati sul canale YouTube di Pro Loco Ficarolo e sulla pagina Facebook dell'associazione.

Visto il buon riscontro ottenuto, l'idea è di continuare, affiancando questo nuovo format al ritorno degli eventi dal vivo quando sarà possibile.

Nel frattempo, i volontari Sara Passini e Yari Zanella hanno effettuato le prime consegne sia dei calendari 2021 sia del libro 120 colpi di falce - La morte a Ficarolo 1935-1945.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Mercoledì 16 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it