Condividi la notizia

POLESINE

Aldo D’Achille proposto per il premio “Miglior sindaco del mondo”

Il sindaco di San Bellino (Rovigo) nominato per partecipare al premio organizzato dalla filantropica City Mayors Foundation

0
Succede a:

SAN BELLINO (Rovigo) – “Ho ricevuto una notifica da un concittadino che mi ha fatto un regalo davvero bello e inatteso: ha scelto di nominarmi come miglior sindaco del mondo”. Con queste parole Aldo D’Achille racconta dell’avventura nella quale si vede catapultato grazie alla stima di chi evidentemente apprezza il suo impegno di primo cittadino.

Di cosa si tratta? Si tratta del premio biennale “Sindaco Mondiale” ideato da World Mayor nel 2004 e al quale hanno aderito milioni di persone da tutto il mondo.

I cittadini nominano e votano i sindaci che, secondo loro, meritano di essere premiati. I partecipanti al voto hanno discusso i meriti dei sindaci prescelti, ma hanno anche menzionato eventuali carenze. Le discussioni tra i partecipanti di World Mayor hanno fornito uno sguardo affascinante sulle varie sfide affrontate da città e sindaci in Europa, Nord e Sud America, Asia e Africa. Per la maggior parte dei sindaci la pandemia Covid-19 è stata la più grande sfida di questo secolo per i loro paesi. Il 20/21 World Mayor Project presenta sindaci che hanno mostrato leadership durante la pandemia e si stanno ora preparando affinché le loro città diventino strutturalmente, economicamente, socialmente e ambientalmente più resilienti.

“Non è una gara a premi, specifica Aldo, non aggiunge né toglie prestigio, ma si tratta di un riconoscimento argomentato, nel quale ciascuno spiegando in breve il perché della scelta, crede che il suo possa essere il miglior sindaco del mondo”.

Migliore per cosa? Quest’anno per come ha saputo gestire la prima fase di pandemia e lockdown.  Chi ha promosso la candidatura, ha posto l’accento sul lavoro fatto dal sindaco di San Bellino cercando di umanizzare quel periodo di clausura forzata. In quell’occasione, infatti, l’amministrazione guidata da Aldo D’Achille si era inventata un concorso fotografico a domicilio, la donazione di fiori alle famiglie per abbellire terrazzi e giardini (successivamente copiata da Padova), oppure di verdure per chi voleva farsi l’orticello, la distribuzione degli alimentari a domicilio, la messa a disposizione di una psicologa per il sostegno delle persone single. Tutto questo aveva contribuito a migliorare lo stato d’animo della piccola comunità e al risultato che ha portato San Bellino ad avere avuto zero contagi nella prima ondata pandemica. Soprattutto la motivazione della proposta, ha evidenziato un’attenzione alla persona e all’economia locale fuori dal comune, culminata nel confezionamento delle mascherine da distribuire anche ai sindaci di altri comuni.

D’Achille ci tiene anche a precisare che il premio organizzato dalla filantropica City Mayors Foundation, non ha alcun collegamento con alcuna città o organizzazione e si svolge su linee strettamente non commerciali, non prevede sponsorizzazioni, pubblicità, abbonamenti, donazioni.

Chiunque può partecipare a questa nomina, è gratuito e senza registrazione, basta cliccare sul link,  http://www.worldmayor.com/contest-2021/voting-world-mayor-2021.html, comparirà una schermata in inglese, ma si può scrivere tranquillamente  in italiano.

L’assegnazione  premio si svilupperà in due fasi. Durante la prima, ognuno può indicare il sindaco che ritiene più idoneo al prestigioso riconoscimento, tenendo bene a mente i criteri per la selezione di quest’anno. In un secondo momento, invece, la palla passa alla “City Mayor Foundations“, che valuterà le proposte e deciderà il vincitore nella seconda metà di gennaio 2021.

L’ultima edizione del “World Mayor Project”, andata in scena nel 2018, ha visto trionfare proprio l’Italia con Valeria Mancinelli, sindaco di Ancona.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Giovedì 17 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it