Condividi la notizia

NATALE

Tempo di progetti e regali alla scuola primaria di Bosaro

Una famiglia dI Bosaro (Rovigo) ha offerto a tutti i bambini la lanterna dell’amicizia. Molte le iniziative dei ragazzi per il progetto, “Natale a distanza”. Nella giornata di Giovedì 16 dicembre, giornata di festa alla “Sante Bonvento”

0
Succede a:

BOSARO (Rovigo) - La signora Cinzia e i suoi 3 figli, tutti ex allievi, hanno voluto fare un gesto di solidarietà verso i bambini, visto l’amore e la considerazione per l’istituzione scolastica e gli insegnanti del plesso di Bosaro (Rovigo).

La giornata di Giovedì 16 dicembre si è aperta con il saluto della fiduciaria Barbara Varolo, che ha parlato ai bambini dicendo loro, di dover essere felici, perché nella scuola di Bosaro ogni giorno è un’opportunità e ogni giorno c’è una sorpresa, poiché sono molte le famiglie che gravitano per abbellire e far risplendere il giardino della scuola e ha paragonato queste persone a Elfi, che immancabilmente dimostrano artisticamente il loro affetto con addobbi, regali e lavori di vario tipo facendo trovare la scuola ogni giorno più bella. A tutti loro i ringraziamenti sono arrivati  anche dalla commossa Simonetta Coltro già maestra in pensione, integrata nel gruppo insegnanti dal progetto didattico “avanti sempre”, che ha aggiunto come la nuova scuola in fase di realizzazione nasca sotto l’ottima stella dell’amore di tutti i genitori e degli alunni che sono passati da Bosaro.

Dopo la consegna delle lanterne dell’amicizia a tutti i bambini, la signora Cinzia ha preso la parola “In questo anno così difficile, abbiamo pensato a qualcosa di unico e speciale, questa lanterna, va accesa ogni sera prima di dormire in segno di amicizia e unione con tutti i vostri compagni di classe, una luce di speranza che illumini il vostro futuro deve esserci in tutti voi”. Grande la commozione gioiosa dei bambini, che dopo diversi applausi spontanei hanno voluto far sapere a Cinzia di aver terminato la registrazione di una canzone di Natale, e di aver progettato una recita di natale, non più a Teatro, ma dalle classi direttamente al web, sempre per… mantenere le distanze. Se non è scuola digitale questa.

Articolo di Sabato 19 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it