Condividi la notizia

NATALE GIACCIANO CON BARUCHELLA

Si perpetua l’esclusiva tradizione della messa di Natale in municipio

Celebrata dal parroco don Stefano Certossi, la santa messa natalizia ha costituito occasione per una riflessione condivisa sull’atmosfera del mesto Natale contrassegnato dal Covid-19, che si accanisce anche Giacciano con Baruchella (Rovigo)

0
Succede a:

GIACCIANO CON BARUCHELLA (Rovigo) – Ad riaccendere i riflettori sul piccolo comune altopolesano ci ha pensato Luca Zaia complimentandosi sui social per la “grande stella” collocata davanti al municipio “… segno ormai da tanti anni del natale nel paese polesano” (LEGGI ARTICOLO)Giacciano con Baruchella però vanta una tradizione più unica che rara che si perpetua da decenni: nell’aula consigliare del Comune, all’approssimarsi del Natale, viene puntualmente officiata una messa, alla quale partecipano tutti i rappresentanti dell’assemblea.

Celebrata dal parroco don Stefano Certossi, la santa messa natalizia ha costituito occasione per una riflessione condivisa sull’atmosfera del mesto Natale contrassegnato dal Covid-19, che si accanisce anche sul paesino altopolesano.

“Quella della santa messa in comune, riferisce il sindaco Franco (Natale) Pigaiani, è una tradizione che ha trovato sempre tutti d’accordo riscaldando anche i cuori più arcigni e Dio solo sa quanto ce ne sia bisogno in quest’anno flagellato dalla pandemia”. Anche il parroco don Stefano, riferisce il Sindaco, nella breve omelia ha ricordato come il coronavirus colpisca duramente anche la nostra comunità, con un forte richiamo oggi più che mai attuale alla solidarietà cristiana verso chi soffre.

Sul fronte del covid-19, nel piccolo comune altopolesano la situazione è, infatti, preoccupante e quasi il 3% della popolazione è entrata in contatto col virus Sars-CoV-2. Ad oggi, sono una sessantina le persone che a vario titolo sono state contagiate e si registrano 38 casi in sorveglianza attiva, 15 casi in isolamento preventivo, un ricoverato e un deceduto. Anche se si registrano 25 guarigioni il Sindaco esprime apprensione e vicinanza “… per chi sta vivendo la sofferenza sulla propria pelle”, restando in contatto telefonico con le famiglie, per informarsi pressoché quotidianamente sull’evolversi della condizione di chi è stato colpito. “Proprio per questo, commenta Pigaiani, di fronte al propagarsi della pandemia sono esterrefatto nel costatare che ci siano ancora persone che sottovalutano il pericolo”.

A risollevare per un momento l’umore del Primo cittadino, come detto in apertura, ci ha pensato il presidente del Veneto Luca Zaia, postando sui social il suo apprezzamento per “la grande stella dell'Associazione Babbi Natale di Baruchella” (v. ns. articolo del 20 dicembre scorso). “I complimenti di Zaia, sostiene il Sindaco, costituiscono un vanto per la nostra piccola comunità e, mettendola in vetrina, un riconoscimento per il lavoro che abbiamo fatto insieme ai Babbi Natale e al forum giovani Gibizeta”.

Ugo Mariano Brasioli

 

Articolo di Giovedì 24 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it