Condividi la notizia

CULTURA

Anche a distanza il Teatro Sociale incanta

Gli auguri di Natale con due concerti in streaming arrivati dritti al cuore di Rovigo e non solo

0
Succede a:

ROVIGO - “Bravissimi tutti, grazie di cuore. Spero seguiranno altri spettacoli. Ne abbiamo un gran bisogno”. Questo messaggio racchiude tutto il significato delle due serate speciali organizzate dal Teatro Sociale per augurare buone feste a tutti i cittadini. Due concerti in diretta streaming che sono arrivati al cuore dei tanti utenti collegati.

Davvero bravi i protagonisti di entrambi gli spettacoli per la prima serata: Riccardo Zanellato con il Quartetto d'Archi del Teatro alla Scala formato da Francesco Manara e Daniele Pascoletti al violino, Simonide Braconi alla viola e Massimo Polidori al violoncello che si sono esibiti nel concerto  “La debolezza in me può diventar furor”, con un programma interamente dedicato a Giuseppe Verdi.

Mentre mercoledì 23 dicembre sul palco del Sociale per il concerto “Longe mala, Umbrae, terrores”, sono saliti il soprano Gioia Crepaldi, il mezzosoprano Laura Polverelli e l'Ensemble L’Arte dell’Arco con Federico Guglielmo violino e concertatore, Gianpiero Zanocco violino, Mario Paladin viola, Federico Toffano violoncello, Nicola Dal Maso violone e Roberto Loreggian clavicembalo e organo. Una serata dedicata  alle  vivaci  musiche di Vivaldi, Haendel e Mozart, ideali per creare la giusta atmosfera delle feste.

Ad arricchire questi bei momenti, la straordinaria presenza dell'attrice Lella Costa voce recitante, che ha interpretato i testi di Marco Schiavon, spiegando l'origine delle musiche ed alcune loro caratteristiche.

Articolo di Giovedì 24 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it