Condividi la notizia

EMERGENZA CORONAVIRUS

La morsa del virus non si placa: ancora 3 decessi

La direzione generale dell’Ulss 5 Polesana di Rovigo comunica tre nuovi decessi e segnala 177 nuove positività al Coronavirus relative alla giornata di venerdì 1 gennaio. 74 le guarigioni

0
Succede a:
ROVIGO – La direzione generale dell’Ulss 5 Polesana comunica tre nuovi decessi e segnala 177 nuove positività al Coronavirus relative alla giornata di venerdì 1 gennaio. 74 le guarigioni. L’Ulss comunica che il totale dei deceduti con Covid-19 residenti in Polesine è stato aggiornato secondo le statistiche regionali e “le persone non segnalate nei bollettini giornalieri degli scorsi giorni non lo sono state in quanto non sono decedute nei nostri Ospedali”.
“Alle famiglie vanno le condoglianze mie e dell’azienda” ha affermato il direttore generale, Antonio Compostella

177 quindi le nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 7.799 i residenti in Polesine con positività al Covid-19 riscontrati da inizio epidemia) tra le quali una donna del 1928, residente in Basso Polesine che si è rivolta al Pronto Soccorso ed è stata ricoverata in Area Medica Covid ad Adria. È in corso l’indagine epidemiologica per la ricostruzione dei contatti.
Si segnalano 3 operatori della Rsa “San Martino” di Castelmassa, 2 ospiti dell’Opera Pia Francesco Bottoni di Papozze, 1 operatore della Casa di Riposo Iras di Rovigo ed 1 operatore della Casa di Riposo Sant’Anna di Villadose. 49 delle 177 nuove positività sono emerse dai test antigenici, 73 persone, delle 177 risultate positive, erano già in isolamento domiciliare.

La prevalenza in Polesine (totale delle persone risultate positive da inizio epidemia sul totale della popolazione) è pari all’ 3,38%. L’incidenza degli ultimi 7 giorni (nuovi casi riscontrati sul totale delle persone testate nel periodo) è pari al 6,69%.

Il decesso di 3 persone porta a 237 il totale dei pazienti deceduti con Covid-19 residenti in Polesine da inizio epidemia. Le vittime sono un uomo del 1937, residente in Basso Polesine. Al riscontro della positività era stato ricoverato in Area Medica Covid e successivamente in Terapia Intensiva Covid a Trecenta dove, nella giornata di ieri, è deceduto; un uomo del 1940, residente in Basso Polesine. Al riscontro della positività era stato ricoverato in Area Medica Covid a Trecenta dove, nella giornata di ieri, è deceduto; una donna del 1933, residente a Rovigo. Al riscontro della positività era stata ricoverata in Area Medica Covid a Trecenta dove, nella giornata di ieri, è deceduta.
     
Attualmente risultano 123 pazienti ricoverati nelle strutture dell'Ulss 5 Polesana per Covid-19, in particolare:
    • 81 pazienti in Area Medica Covid a Trecenta (1 paziente trasferito dalle Malattie Infettive di Rovigo, 6 nuovi pazienti già risultati positivi nei giorni scorsi ricoverati per peggioramento delle condizioni, 2 pazienti negativizzati, 1 paziente dimesso)
    • 19 pazienti in Terapia Intensiva Covid a Trecenta (1 paziente trasferito dall’Area Medica Covid di Trecenta)
    • 7 pazienti in Malattie Infettive a Rovigo (2 pazienti dimessi)
    • 3 pazienti in Psichiatria ad Adria
    • 12 pazienti in Area Medica Covid di Adria (1 paziente dimesso)
    • 1 paziente in Rianimazione a Rovigo.

Per le strutture residenziali extra ospedaliere risultano positivi:
    • 73 ospiti e 11 operatori del CSA di Adria;
    • 1 operatori della “Casa del Sorriso” di Badia Polesine;
    • 20 ospiti e 13 operatori della RSA “San Martino” di Castelmassa;
    • 42 ospiti e 12 operatori della Residenza per Anziani “Villa Agopian” di Corbola;
    • 1 operatore della Casa di Riposo “San Gaetano” di Crespino;
    • 1 ospite della Casa di Riposo “La Residence” di Ficarolo;
    • 1 operatore della Casa di Riposo “Sacra Famiglia” di Fratta Polesine;
    • 58 ospiti e 18 operatori della Casa Albergo per Anziani di Lendinara;
    • 2 ospiti e 3 operatori dell’“Opera Pia Francesco Bottoni” di Papozze;
    • 1 operatore del Centro Servizi “Villa Tamerici” di Porto Viro;
    • 37 ospiti e 11 operatori della Casa di Riposo “IRAS” di Rovigo;
    • 1 operatore della Casa di Riposo “Città di Rovigo” di Rovigo;
    • 1 operatore della Residenza per Anziani “Madonna del Vaiolo” di Taglio di Po;
    • 13 ospiti e 11 operatori della Casa di Riposo “Sant’Anna” di Villadose;
    • 3 ospiti e 1 operatore della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina.

Nelle restanti strutture del Polesine non si segnalano positività né tra gli ospiti né tra gli operatori.

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 160.381. I tamponi rapidi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 139.221.

Le 74 nuove guarigioni fanno salire a 4.699 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 2.863 le persone attualmente positive in provincia. Ad oggi sono 3.457 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.
Articolo di Venerdì 1 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it