Condividi la notizia

CALCIO

Le Pink Union River scendono in campo

La nuova classe dirigente, le Pink Union River Gavello (Rovigo) fanno sul serio e scoprono le carte in attesa della riapertura degli impianti sportivi, chiusi per la pausa delle festività natalizie.

0
Succede a:

GAVELLO (Rovigo) - Micaela Paparella, coordinatrice della classe dirigente femminile dell’Union River, apre il nuovo anno con uno slogan “All together we are Union River”.  La nuova classe dirigente, le Pink Union River fanno sul serio e scoprono le carte in attesa della riapertura degli impianti sportivi, chiusi per la pausa delle festività natalizie.

“Tutti insieme siamo l’Union River - spiega Micaela Paparella - l’unione fa la forza, si tratta dello slogan che apre la strada al nuovo progetto della società polesana che raggruppa una serie di attività, eventi calibrati e molto ambiziosi che hanno l’obiettivo di far crescere la società e i propri tesserati sotto ogni punto di vista. Si spazia dal voler consolidare una propria identità ben precisa (We are Union River) sia negli usi che nei costumi per passare poi attraverso un piano di formazione capillare esteso a tutte le maestranze, dove competenza e sicurezza devono essere dei veri e propri must societari”.

Forte di un settore giovanile ben strutturato, completo di tutta la filiera e con una prima squadra juniores, si appresta a consolidare e rafforzare le basi della società con molteplici attività in programma, sia sul rettangolo di gioco che on the road sul territorio. “Stiamo lavorando in simbiosi con le amministrazioni comunali e non mancheranno novità e iniziative degne di nota. Ogni cosa è pianificata e proposta con occhi e mentalità tutta in rosa, non pensando solamente alla pura attività calcistica ma associandola alle esigenze familiari, in un percorso che passa per case e scuole, piazze, feste popolari e tradizioni socio culturali.

Siamo consapevoli che il percorso sarà lungo e impegnativo ma siamo piene di entusiasmo e con tanta voglia di far bene”. Altro evento importante, in primavera tornerà la borsa di studio “Gianfranco Malaspina” fondatore della gloriosa società Fulgor Crespino per l’attività di base che sarà assegnata a fine stagione calcistica dai figli Angelo e Bruno.

“Un sentito ringraziamento a tutti gli atleti, mister, dirigenti e volontari che hanno scommesso su di noi, un grande abbraccio a tutti i genitori che hanno affidato i loro figli ai nostri istruttori”.

 

 

 

 

 

Articolo di Venerdì 1 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it