Condividi la notizia

TRASPORTI

Trasporto scolastico garantito anche in Polesine, ma le superiori restano a casa

Per le aziende private della provincia di Rovigo era una opportunità per riprendere le proprie attività, grazie all’accordo BusItalia, ma verrà rimandato a febbraio

0
Succede a:

ROVIGO - Tutto pronto per il rientro in classe nei prossimi giorni del 50% degli studenti degli Istituti superiori della nostra Provincia, anzi no. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha rimandato l’apertura delle scuole superiori al 1 febbraio con relativa ordinanza (LEGGI ARTICOLO). Il Covid-19 sembra non rallentare la corsa, e appare assai imprudente in questo momento riprendere le lezioni in presenza.

BusItalia procederà in questi giorni, alla firma del contratto con aziende di trasporto privato locali, per l’affidamento di servizi aggiuntivi di tratta, necessari per lo spostamento degli studenti, alla luce delle disposizioni restrittive governative, in materia di capienza dei mezzi per il trasporto persone. Ciascun mezzo, di fatto, per garantire i parametri di sicurezza dei trasportati, dovrà e potrà sfruttare esclusivamente la propria metà della capienza ecco il perché della necessità di recuperare mezzi privati a supporto.

“All’appello di BuItalia, hanno risposto quasi tutte le aziende private del settore turistico della Provincia di Rovigo -  sottolinea Stefano Granata, presidente provinciale Bus Operator di Confartigianato Polesine. Le aziende aderenti, costrette a mantenere fermi da lunghi mesi i mezzi a causa della pandemia, vedono in questo servizio, una opportunità per riprendere le proprie attività. Grazie anche alla mediazione della nostra Associazione, siamo riusciti a fare sintesi delle necessità e trovare disponibilità e soluzioni praticabili per il trasporto pubblico locale.  Assieme a BusItalia ed alle Istituzioni, le aziende di trasporto turistico Polesane, - conclude il presidente di Categoria di Confartigianato Polesine - coscienziosamente e responsabilmente vogliono dare il proprio contributo al ritorno della normalità”.

Accordo che servirà per il mese di febbraio, sperando che il Covid-19 allenti la morsa.

Articolo di Lunedì 4 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it