Condividi la notizia

CALCIO

Giuseppe Nasti riconfermato alla guida dell’Aiac di Rovigo 

Ampia la partecipazione degli allenatori polesani che si è recata alle votazioni nel seggio di viale Tre Martiri, presso lo stadio Gabrielli di Rovigo

0
Succede a:

ROVIGO - Giuseppe Nasti, è stato riconfermato alla guida dell’Aiac di Rovigo, l’associazione italiana allenatori calcio. Sessantaquattro anni, informatore farmaceutico, ha raccolto un ampio consenso degli iscritti chiamati a scegliere tra Nasti, presidente uscente, e Antonio Marini, già componente del direttivo e che, per statuto, ora non potrà più farne parte. Ampia la partecipazione degli allenatori polesani che si è recata alle votazioni nel seggio di viale Tre Martiri, presso lo stadio Gabrielli di Rovigo. E proprio da qui parte il primo pensiero di Nasti. “Un ringraziamento va alla società del Rovigo calcio nella persona della presidente Monica Nale, per la concessione degli spazi della sede, che ha rappresentato un luogo ideale per quest’importante appuntamento per gli allenatori polesani.” Da dove ripartire, dopo la riconferma? “Dall’importante partecipazione al voto dei tesserati, che hanno raggiunto Rovigo da tutte le parti del Polesine. Stimolati dalla competizione hanno risposto presente e sono felice che abbiano premiato la mia figura.”  Un’associazione, dove il rapporto percentuale tra allenatori presenti nel territorio polesano e gli allenatori iscritti all’Aiac è di circa il 40 per cento, tanto da essere una tra le sezioni con la percentuale più alta. Attualmente sono novanta gli allenatori iscritti all’Aiac provinciale.


“Compito dell’Aiac è quello della formazione e dell'aggiornamento tecnico dei propri associati anche se non possiamo, ne dobbiamo, esimerci da un ruolo di vigilanza affinché vengano rispettate le regole che garantiscono la normalità della nostra attività di allenatori abilitati, dice Nasti. L’associazione è un bene di tutti gli addetti ai lavori, e nel prossimo quadriennio, cercheremo ulteriormente di incentivare le iscrizioni, attraverso le attività che, Covid permettendo, andremo a fare, vale a dire visite guidate presso società professionistiche, che  già in passato, ci hanno ospitato, riunioni  con tecnici che  allenano vari categorie, sia nei dilettanti, che nei settori giovanili di club professionistici. E inoltre, dettaglio, non trascurabile, l’organizzazione di corsi Uefa C e D, che già l’Aiac di Rovigo in questi anni ha organizzato sotto l’egida del settore tecnico della Figc nazionale.”
Capitolo sinergie. “Credo che fare sinergia con enti, associazioni che hanno a che fare con in mondo del calcio, con le stesse società sia fondamentale, per una crescita della disciplina che noi amiamo. E’ importante veicolare il giusto messaggio dell’insegnamento del calcio, grazie alla preparazione dei tecnici patentati: sappiamo che  tutto comincia come un gioco ma se vogliamo una nuova generazione di giocatori e atleti, dobbiamo educarli nella maniera giusta fin dai loro primi passi nel mondo dello sport in generale e, per ciò che riguarda l’Aiac, il calcio. Negli ultimi anni abbiamo fatto passi avanti per la difesa degli allenatori e del loro ruolo fondamentale nel mondo del calcio, con la consapevolezza di quanto sia importante essere affiancati da un’associazione di categoria che sa come gestire le varie problematiche.”
Chi volesse contattare l’associazione allenatori può farlo all’indirizzo mail 

rovigo@assoallenatori.it

Articolo di Venerdì 8 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it