Condividi la notizia

COMUNE

Approvato il regolamento per l’utilizzo dei fitosanitari

Con questo regolamento, l’Amministrazione di Badia Polesine (Rovigo) mira, dunque, di contribuire ad evitare la contaminazione delle aree pubbliche e private dai possibili danni agli animali e alle risorse ambientali

0
Succede a:
Manuel Berengan
Stefano Segantin

BADIA POLESINE (Rovigo) –  È stato approvato all’unanimità, dal consiglio comunale del 29 dicembre scorso, il regolamento presentato dall’assessore Stefano Segantin, per l’utilizzo dei prodotti fitosanitari nelle aree frequentate dalla popolazione con particolare riguardo ai gruppi vulnerabili.

“Si tratta, spiegato l’assessore,  di un’iniziativa che, andando a fare chiarezza sull’argomento, dovrebbe permettere di agire con prodotti specifici nelle aree preda dell’incuria”. Il nuovo dettagliato regolamento di ben 24 pagine, recepisce quanto definito dal decreto inerente l’adozione del piano nazionale per un uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, applicandolo all’interno del territorio comunale. Fermo restando il rispetto delle normative generali, dunque, chiunque impieghi quel tipo di prodotti per scopi produttivi e non solo, sarà tenuto ad adottare ogni precauzione atta a garantire la tutela della propria ed altrui  incolumità. “Abbiamo deciso di regolare l’utilizzo dei prodotti fitosanitari pensando alla pulizia nei nostri marciapiedi e delle aree degradate come quelle abbandonate”, ha spiegato ancora Segantin. L’assessore ha poi aggiunto: “Soprattutto abbiamo sentito il dovere di ridurre i rischi e gli impatti sulla salute umana e sull'ambiente, promuovendo l‘uso responsabile della difesa integrata e di mezzi e tecniche alternative ai prodotti di sintesi chimica”. Con questo regolamento, l’Amministrazione pensa, dunque, di contribuire ad evitare la contaminazione delle aree pubbliche e private dai possibili danni agli animali e alle risorse ambientali.

L'Amministrazione Comunale del comune di Badia Polesine a tale scopo annoterà, nell’apposito Registro dei Trattamenti con prodotti fitosanitari, gli interventi effettuati direttamente, eventualmente integrati dalle informazioni dei soggetti terzi gestori delle aree frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili. Adeguate informazioni sui trattamenti effettuati relativamente alle singole annualità sono disponibili presso gli uffici dell'amministrazione comunale.

Gli operatori comunali seguiranno un corso specifico per l’utilizzo dei prodotti fitosanitari ammessi.

Non rientrano invece nell'ambito di applicazione del Regolamento gli interventi eseguiti dall'Autorità sanitaria finalizzati alia tutela della salute pubblica, quali la disinfestazione, la derattizzazione e simili.

Fermo restando il rispetto della normativa comunitaria, nazionale e regionale in materia, il regolamento appare anche più restrittivo rispetto alle norme nazionali, come ha rilevato il consigliere di minoranza Manuel Berengan, apprezzando la proposta. Infatti, la distanza minima prevista dal piano nazionale nell’utilizzo dei prodotti fitosanitari è di 10 metri, nel regolamento proposto da Stefano Segantin, la distanza è invece di 30 metri. Inoltre, il Regolamento prevede che il diserbo chimico possa essere effettuato solo mediante "deroga approvata dal Sindaco e motivata sulla base di valutazioni tecniche effettuate da un Consulente abilitato”.

Per circoscrivere le aree in cui si può intervenire con prodotti fitosanitari, è stata allegata al regolamento una planimetria che individua le zone dove sono consentiti i trattamenti diserbanti e dove sono vietati.

Il Comune, infine, è pronto ad affidare gli interventi ad una ditta esterna qualora la formazione degli operatori comunali non fosse sufficiente e, in ogni caso, saranno apposti appositi cartelli di avviso quando siano in corso i trattamenti di cui al regolamento.

“Siamo favorevoli, ha commentato dall’opposizione il consigliere Manuel Berengan di Adesso Badia, e lo siamo ancor più proprio perché Badia inserisce una maggiore restrizione rispetto alla normativa nazionale”. Il regolamento è quindi stato approvato con i voti favorevoli delle minoranze.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Sabato 9 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it