Condividi la notizia

SPORT

Cinzia Sivier è la nuova presidente della Uisp Rovigo

E’ la prima donna dell'era moderna a dirigere il comitato di Rovigo della Uisp,  eletto anche il nuovo consiglio direttivo con una forte impronta femminile

0
Succede a:
Cinzia Sivier e Tiziano Quaglia

ROVIGO - Cinzia Sivier, 58 anni il prossimo aprile, vicepresidente dell’Asd rodigina di atletica “Run It”  è la nuova e prima presidente donna della storia recente del Comitato Uisp di Rovigo (in passato. per due anni. lo fu anche Fiorella Cappato negl anni '90). Il 10 gennaio la sua elezione, all’interno del Congresso Territoriale de l’Unione Italiana Sport per tutti  della provincia di Rovigo. Evento che si è svolto in diretta streaming e non in presenza, come da prassi, per rispettare le regole anti Covid “Le sfide da affrontare sono molte- ha detto Cinzia- la prima, la più importante, riprendere la normalità e quindi le attività non appena sarà possibile. Attività già consolidate e altre che arriveranno da riforme nazionali già in atto e che interesseranno Uisp come Associazione di promozione sociale e quindi Terzo Settore: la richiesta è di maggiori competenze, di un cambio di passo verso la promozione dello sport a carattere sociale. Come Associazione che gravita nel mondo dello Sport a tutto tondo e quindi interessata alla Riforma dello Sport, approvata dal Consiglio dei Ministri il 24 novembre 2019”.

Anima sportiva, energetica e carismatica, nella vita lavora come Funzionaria Amministrativa in Arpav. Al mondo della corsa si è approcciata, in età matura: “Nel 2014 ho corso la mia prima mezza maratona- ha raccontato all’Assemblea Uisp - e quindi sono l’esempio che il movimento inteso come sport, ma anche salute e socialità può essere intrapreso da tutti, senza limiti di età”. Dal 2016 consigliere Uisp, nell’ultimo periodo la neo presidente, è stata la referente per il settore podistico, organizzando con l’associazione gialloverde diverse manifestazioni ed eventi a livello provinciale e interregionale. Senza scordare la fase iniziale, pre Uisp, come organizzatrice della “Half Marathon”  di Rovigo nelle prime tre edizioni, e poi la “Rovigo in Love” con la sua Asd Run It. Con Cinzia  Sivier nel nuovo direttivo, in carica sino al 2024, elevate le quote rosa, otto sono donne e sette uomini. Ecco il nuovo Consiglio direttivo: Chiara Pavarin, Gabriella Roccato, Giovanna Cairoli, Roberta Ghirardini, Luana Costa, Massimo Gasparetto, Gianni Brazzo, Giovanni Grimaldi, Bruno Meneghini, Maria Cristina Dall’Aglio, Daniele Giuriola, Valter Corrain, Alan Pellegrini, Sara Masiero. Angelo Maffione, Luciano Pasqualini, Renzo Guarnieri, Mattia Schincarol e Roberto Bononi, sono stati nominati con ruoli di riserva.

Tra passato, presente e futuro Cinzia Sivier prende le redini lasciate dall’ormai ex presidente Tiziano Quaglia, non più ricandidabile poichè in scadenza con il secondo mandato di presidente Uisp Rovigo, ma che resterà al suo fianco in questa fase di passaggio. E ieri, proprio per Quaglia non sono mancate emozione e gratificazione per il ruolo svolto da lui con solidità in questi anni, affiancato dal vice Massimo Gasparetto che dopo le sue formali dimissioni ha diretto l’assemblea verso il voto del nuovo presidente. “Lo sport è un potente vaccino contro la disgregazione sociale ed faccio un grande augurio a Cinzia per le nuove sfide  di Uisp” il messaggio più pregnante del discorso finale di Tiziano Quaglia.

Diverse le presenze autorevoli e istituzionali presenti al Congresso Territoriale online. Dai vertici Uisp Regionali e Nazionali, e poi a livello locale il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo che ha sottolineato “l’importanza del ruolo di Uisp e dello sport praticato all’interno della dimensione urbana, con una forte valenza sociale per la comunità, dai giovani agli adulti”. Oltre a lui era presente anche l’assessore comunale allo Sport Erika Alberghini. Ha voluto portare il suo saluto anche il direttore generale dell’Azienda Sanitaria Polesana, Antonio Compostella: “Tra Uisp e Azienda Sanitaria c’è un rapporto attivo da diversi anni - ha detto- grazie a diversi progetti, che con “Progetto integrato” declinano l’attività sportiva assieme all’Ulss 5 come movimento salutare rivolto specie alle fasce più fragili della popolazione polesana. L’augurio è che si possa tornare presto a partecipare a questi solidi progetti, ora sospesi per via del Covid”.

 

 

 

Articolo di Domenica 10 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it