Condividi la notizia

CULTURA ADRIA

Andrea Micheletti: “Dare un'identità alla biblioteca, significa dare un nuovo impulso culturale alla promozione innovativa del territorio”

Continua il lavoro dell'amministrazione comunale di Adria (Rovigo) per dare sempre maggiore importanza allo sviluppo della cultura soprattutto nell'ambito scolastico

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - “Stiamo lavorando in sinergia con il referente della biblioteca Antonio Giolo per l’intitolazione del luogo di eccellenza del patrimonio culturale di piazza Bocchi, un’occasione per la quale riprenderemo in mano la progettualità identitaria/raffigurativa che dovrà caratterizzare la biblioteca comunale “.

A specificarlo è l’assessore alla comunicazione Andrea Micheletti, il quale sottolinea che i due obiettivi da raggiungere dall’amministrazione civica, si inseriscono anche nelle politiche giovanili, attraverso la partecipazione attiva  dei giovani.

“Gli alunni frequentanti le scuole superiori e i giovani adulti della nostra città, hanno fornito buone idee e materiale utile per l’ideazione del logo istituzionale della biblioteca comunale, nonostante le difficoltà di accesso alle fonti storiche depositate in biblioteca, dovute al susseguirsi in questi mesi dei vari Dpcm, varati da palazzo Chigi per l’epidemia da Coronavirus  in corso -spiega Micheletti- un lavoro importante per il quale ringraziamo tutti i partecipanti e per questo conferiremo un attestato di merito sia per lo spirito di servizio dimostrato a favore della comunità e sia come premio per lo sforzo compiuto nell’approfondire lo studio della storia della città di Adria”. 
 
Gli elaborati del concorso (approvato con  deliberazione di Giunta comunale n. 81 del 17 giugno 2020) pervenuti a palazzo Tassoni, sono stati vagliati qualche settimana fa dalla commissione formata dall’ing. Andrea Portieri, Dirigente del Settore Lavori Pubblici, Gestione Patrimonio, Manutenzioni, Ambiente, Comunicazione in qualità di Presidente, dalla dott.ssa Veronica Sturaro e dell’arch. 

Davide Marangoni con il supporto di Sandra Bedetti e Monica Stefani in qualità di esperte esterne. La commissione giudicatrice  ha ritenuto che nessuno degli elaborati presentati potesse essere scelto come vincitore, per non aver raggiunto la valutazione minima come richiesto dal bando. “La consegna degli attestati avverrà quanto prima, compatibilmente con la situazione di emergenza sanitaria ed eventualmente con modalità anche web” -annuncia la consigliera Oriana Trombin che condivide con il sindaco Omar Barbierato la delega agli eventi. “Dare un'identità alla biblioteca con l’azione partecipativa dei giovani, significa dare un nuovo impulso alla promozione culturale, per uno sviluppo innovativo del territorio". 
Articolo di Martedì 12 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it