Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI CASTELNOVO

610mila euro per la rotonda tra la strada regionale 482 e la provinciale 9 di Castelnovo Bariano

Un'opera attesa da tempo e che finalmente sembra poter iniziare il proprio corso per dare maggiore sicurezza a quella che è una viabilità sempre a rischio in questa posizione (Rovigo)

0
Succede a:
CASTELNOVO BARIANO (Rovigo) - La giunta regionale in data 23 giugno 2020 (Dgr n. 825) aveva stanziato 610 mila euro pro "intervento di messa in sicurezza incrocio tra la sr 482 Altopolesana e la sp 9 in comune di Castelnovo Bariano".

Da allora la gente parla della costruenda rotatoria Nanìn, avendo come punto di riferimento storico in zona l'officina autorizzata Fiat. Il sindaco di Castelnovo Bariano Massimo Biancardi lo scorso 7 gennaio aveva scritto a chi di dovere a Venezia onde avere ragguagli precisi sulla strategica infrastruttura e la Regione ha puntualmente risposto, per cui entro l'estate partiranno i lavori della nuova rotatoria, ciò nell'interesse del nostro territorio.

"Un bel risultato per Castelnovo Bariano e per l'amministrazione che ho l'onore di rappresentare. Ringrazio la tempestiva Regione per la nuova opera pubblica certo necessaria, uno sforzo lagunare ancor più meritorio in quest'epoca pandemica".

I dettagli: il direttore regionale dell'Unità organizzativa infrastrutture, strade e concessioni Marco D'Elia ha inviato una lettera al primo cittadino castelnovese e per conoscenza a Veneto Strade, ente quest'ultimo chiamato a progettare e realizzare la Nanìn. Veneto Strade deve far avere in comune".

"Il cronoprogramma aggiornato con la previsione del tempi di realizzazione della progettazione, dell'approvazione e dell'esecuzione dei lavori, dopo che con determina dirigenziale del 4 novembre scorso, ci sono i 610mila euro disponibili. L'ingegner Marco D'Elia sottolinea che, tra la 482 (importante direttrice di traffico Ostiglia-Occhiobello) e la secondaria 9 per Torretta di Legnago (pure trafficata), esiste un obsoleto e pericoloso incrocio a raso che nel tempo ha
provocato numerosi incidenti anche mortali.

L'intervento si connota per la sostituzione dell'incrocio esistente con un'intersezione a rotatoria. Il progetto: "Prevede la seguente infrastruttura: tappeto d'usura in conglomerato bituminoso multifunzionale (con bitume modificato hard al 5,5%), spessore 3 cm.; 7 cm. di strato binder in conglomerato bituminoso (idem); 10 cm. di strato di base in misto bituminoso; 35 cm. di strato di fondazione in misto stabilizzato. Il pacchetto sopradescritto poggia su materiale arido per rilevati di 20 cm".
Articolo di Martedì 12 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it