Condividi la notizia

POLITICA CORBOLA

La minoranza di Corbola: "Domeneghetti ha perso una buona occasione per riallacciare rapporti con noi"

Ancora una volta Noi per Voi attacca il sindaco Michele Domeneghetti su una risposta arrivata prendendo un messaggio già scritto sulla pagina Facebook (Rovigo) del primo cittadino

0
Succede a:
CORBOLA (Rovigo) - In data 13 dicembre 2020 il Gruppo di minoranza del consiglio comunale di Corbola aveva mandato una interrogazione urgente a risposta scritta al sindaco Michele Domeneghetti in cui si chiedeva di essere informati circa la situazione del contagio epidemico da Covid-19 a Corbola, ritenendo che questo tipo di informazione sia un diritto non solo dei consiglieri di minoranza ma di tutta la popolazione.

"Puntuale come un orologio svizzero è arrivata la risposta del primo cittadino solo dopo i canonici 30 giorni: è stato inviata tramite posta certificata un copia-incolla di un testo divulgato in dicembre sulla propria pagina Facebook, come se l’accesso alla pagina Facebook del sindaco fosse ad appannaggio del gruppo di minoranza, come se Facebook fosse l’unico mezzo di comunicazione civica che conosce". Così i consiglieri di minoranza Rossano Doati, Anna Paola Tosato e Valentina Bovolenta.

"Ancora una volta il sindaco ha perso una buona occasione per far vedere al “mondo intero” che sa gestire il rapporto con la minoranza in modo civile e rispettoso dei ruoli. Al contrario, invia tramite risposta istituzionale solo il copia-incolla di uno scritto che fa riferimento a qualcosa che era apparso su Facebook. È questa la considerazione che il primo cittadino, che dovrebbe essere un esempio di buona educazione e rispetto delle regole del vivere civile, ha della Minoranza?".

"Ma dove stanno l’onestà intellettuale, la leadership, il rispetto dei ruoli istituzionali, la capacità di ascolto e coinvolgimento che sono caratteristiche imprescindibili della
carica che ricopre? Invece l’onnipotente Domeneghetti tratta continuamente la minoranza come fosse una appendice fastidiosa di cui liberarsi, denigrandola e non mostrando rispetto per il ruolo che la stessa ricopre".

Concludendo: "Sembra di essere in una di quelle commedie del teatro dell’assurdo, una di quelle ridicole, però: ma purtroppo questa è la realtà di Corbola che il sindaco crea. Sta seduto su una seggiola che scambia per cosa solo sua, perché conquistata con voti dei cittadini, ma si dimentica spesso dei cittadini, quelli della minoranza consiliare, quelli che si devono spostare da Corbola per recarsi da un dottore, per accedere ad un punto prelievi, ad un pediatra: ci rendiamo conto che sono i soliti discorsi ma confidiamo che prima o poi l’intraprendenza del sindaco con l’aiuto dei suoi collaboratori e collaboratrici riuscirà almeno a scrivere risposte sue ed originali ai curiosi della minoranza, che sono solo tre, è vero, ma anche loro sono al loro posto perché hanno ricevuto dei voti".

"Domeneghetti è o non vuole essere il sindaco di tutti?".
 
Articolo di Mercoledì 13 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it