Condividi la notizia

CORONAVIRUS

Covid-19: 8 morti in provincia di Rovigo, ma i contagi si dimezzano

Crolla l’incidenza sui test effettuati e i nuovi positivi al Covid-19 in provincia di Rovigo, continuano i segnali positivi, purtroppo le vittime aumentano ancora

0
Succede a:

ROVIGO - Ancora tante vittime, ben otto. Sono 313 i deceduti con Covid-19 tra i residenti in Polesine da inizio epidemia. Una donna di 93 anni, un uomo di 65, del Basso Polesine, sono morti in Area Medica Covid a Trecenta. Una donna di 94 anni del Basso Polesine è morta in Malattie Infettive a Rovigo. Un uomo di 91 anni del Basso Polesine, è deceduto in Utic a Rovigo.

Una donna di 84 anni, residente a Rovigo, è deceduta in Terapia Intensiva Covid a Trecenta.

In Area Medica Covid a Trecenta sono deceduti anche un uomo di 87 anni del Basso Polesine, un 70enne residente in Alto Polesine, una 91enne di Rovigo, ed un 79enne residente fuori provincia.

Attualmente risultano 112 pazienti ricoverati: 66 in Area Medica Covid a Trecenta, 19 in Terapia Intensiva Covid a Trecenta, 7 in Malattie Infettive a Rovigo, 1 paziente in Psichiatria ad Adria, 18 in Area Medica Covid di Adria, 1 in Rianimazione a Rovigo.

Contagi in netto calo già da una settimana, come i nuovi ricoveri.

44 nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 9282 da inizio epidemia) tra le quali: 1 ospite e 1 operatore della Casa di Riposo “San Gaetano” di Crespino ed 1 operatore dell’“Opera Pia Francesco Bottoni” di Papozze. 17 delle 44 nuove positività sono emerse dai test antigenici. 16 persone, delle 44 risultate positive, erano già in isolamento domiciliare.

La prevalenza in Polesine (totale delle persone risultate positive da inizio epidemia sul totale della popolazione) è pari all’ 4,04%. L’incidenza degli ultimi 7 giorni (nuovi casi riscontrati sul totale delle persone testate nel periodo) è pari al 4,81%.

19 nuove guarigioni fanno salire a 6457 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 2512 le persone attualmente positive in provincia.

Ad oggi sono 3082 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

Sino a venerdì sera erano state sottoposte a vaccinazione, per Covid-19, 6730 persone in provincia di Rovigo. 3364 nelle Rsa della provincia (ospiti e operatori) e 3366 tra gli operatori sanitari dell’Azienda Ulss (il numero è leggermente più basso rispetto a ieri perché nel conteggio erano stati erroneamente inseriti alcuni operatori di Rsa che erano stati vaccinati in ospedale e che ora sono stati spostati nel conteggio delle Rsa), del territorio e delle Strutture private accreditate.

L’adesione nelle Rsa a venerdì sera era la seguente: 95% ospiti (2% ha manifestato il dissenso alla vaccinazione, il restante risultava non idoneo) – 83% operatori (9% ha manifestato il dissenso, il restante risultava non idoneo, per malattia o positività, o non disponibile).

Per il personale sanitario l’adesione è prossima al 100%.

Nella giornata di sabato sono previste 130 vaccinazioni per il personale sanitario a completamento della fase di somministrazione della prima dose. Da domenica si parte con il secondo giro.

Nelle strutture residenziali extra ospedaliere risultano positivi: 67 ospiti e 13 operatori del Csa di Adria, 17 ospiti e 5 operatori della Rsa “San Martino” di Castelmassa, 11 ospiti e 4 operatori della Residenza per Anziani “Villa Agopian” di Corbola, 11 ospiti e 2 operatori della Casa di Riposo “San Gaetano” di Crespino, 1 operatori della Residenza “San Salvatore” di Ficarolo, 14 ospiti e 6 operatori della Casa Albergo per Anziani di Lendinara, 43 ospiti e 22 operatori dell’“Opera Pia Francesco Bottoni” di Papozze, 1 operatore del Centro Servizi “Villa Tamerici” di Porto Viro, 24 ospiti e 12 operatori della Casa di Riposo “Iras” di Rovigo, 1 operatore della Casa di Riposo “Città di Rovigo” di Rovigo, 1 operatore della Residenza per Anziani “Madonna del Vaiolo” di Taglio di Po, 2 operatori della Casa di Riposo “Sant’Antonio” di Trecenta, 34 ospiti e 19 operatori della Casa di Riposo “Sant’Anna” di Villadose, 3 ospiti e 2 operatori della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina.

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 171.489. I tamponi rapidi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 173.671.

Articolo di Sabato 16 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it