Condividi la notizia

ISTITUTO COMPRENSIVO ROVIGO 3

La media Casalini si prepara a diventare anche scientifica: 13 incontri interattivi online per 30 studenti

Conversazioni con professori e studiosi universitari per ampliare le conscenze della matematica, della fisica, del clima, dell’astronomia e della medicina. Idea dopo aver realizzato all'interno della scuola un grande laboratorio scientifico polivalente

0
Succede a:
ROVIGO - A partire dal 20 gennaio 2020 e per i successivi dodici mercoledì del secondo quadrimestre, fino al 7 aprile, si svolgeranno delle conversazioni interattive on-line con professori universitari e studiosi di discipline scientifiche, destinate agli studenti della scuola secondaria di primo grado Casalini di Rovigo, degli studenti delle medie di Polesella e della media “Marconi- Frosini” di Pistoia. Ognuna delle tre scuole potrà ammettere fino ad un massimo di 30 studenti che seguiranno le lezioni-conversazioni attraverso la piattaforma Zoom, accompagnati virtualmente da un loro docente.
Le conversazioni, che spazieranno dalla matematica alla fisica, dal clima all’astronomia e alla medicina e che si apriranno il 20 gennaio con una lezione dal titolo “incontriamo la matematica”, avranno ciascuna una durata di 45’ e saranno seguite da 15’ di discussione con gli studenti. I docenti, tutti con una lunga esperienza di ricerca e di studi a livello universitario, hanno una particolare vocazione per la divulgazione a livello di scuola medie inferiori e superiori e saranno sicuramente in grado di coinvolgere gli studenti e di farli appassionare alle tematiche trattate.

L’iniziativa, proposta alla scuola da Alessandra Marcante, docente di lettere della Casalini ma con un forte interesse per la scienza, è sponsorizzata dal Distretto Lions 108 Ta3 che mette a disposizione la propria piattaforma Zoom Meeting ed è gestita dalla stessa professoressa e da Gabriele Fozzati, docente della scuola media di Polesella.
I genitori degli studenti delle classi terze saranno chiamati a confermare l’iscrizione e a sottoscrivere l’autorizzazione alla partecipazione agli incontri on-line.
Al termine di ciascuna conversazione gli alunni saranno chiamati a compilare un questionario con la finalità di raccogliere un feedback utile per migliorare l’iniziativa che si intende ripetere nel prossimo anno scolastico.
Tutti gli studenti che avranno partecipato alle lezioni riceveranno un attestato di frequenza rilasciato dal Centro Studi del Distretto Lions 108 Ta3, firmato dal Governatore in carica, dott. Terenzio Zanini.

“L'iniziativa vuole essere - spiega Fabio Cusin, dirigente dell’Istituto comprensivo Rovigo 3 - un primo passo che l'Istituto compie nella direzione di favorire l'avvio dell'indirizzo scientifico che farà parte dell'offerta formativa della Casalini per l’anno scolastico 2021/22. Ritengo si tratti di un’ottima occasione formativa ma anche di orientamento per gli studi successivi”.

Dopo l'avvio e il consolidamento dell'indirizzo musicale, che ormai data al 2015 e che ha visto nell'anno scolastico attuale la comparsa del quinto strumento musicale oggetto di studio - il violoncello -, nel 20/21 le famiglie potranno optare per un indirizzo scientifico che vedrà, in aggiunta alle tradizionali 30 ore settimanali di lezione, 3 ore aggiuntive pomeridiane a carattere prevalentemente laboratoriale, di matematica, fisica, scienze naturali e chimica, divise su due pomeriggi.

L'idea è sorta e viene proposta come naturale conseguenza della possibilità che la scuola ha avuto di realizzare un grande laboratorio scientifico polivalente grazie ad un finanziamento ministeriale di 30.000 euro che l'Istituto si è assicurato nell'ambito dei progetti del Pnsd - Piano nazionale per la Scuola Digitale. Il laboratorio sarà collocato nell'aula polifunzionale al primo piano - un ampio spazio di circa 100mq - e sarà dotato di 12 microscopi binoculari per gli alunni e di un microscopio più potente connesso a telecamera che manderà le immagini su una LIM da 75"; da una ampia selezione di esperimenti scientifici della ditta Phywe: cinque per ciascuna tipologia in modo che gli studenti, in gruppi di 4-5 alunni possano realizzare effettivamente le attività scientifiche e non solo assistere agli esperimenti compiuti dal docente. Ogni gruppo avrà un iPad connesso ai sensori di moto, temperatura, luminosità, ecc che consentiranno di acquisire misure dirette, di elaborarle e di confrontarle con quelle degli altri gruppi grazie all'ambiente di lavoro condiviso nella Lim.
Le attività, che vedranno la collaborazione con il liceo scientifico Paleocapa e che si svolgeranno nelle tre ore pomeridiane, saranno prevalentemente laboratoriali e avranno la funzione di avvicinare gli studenti alla scienza, di far crescere la motivazione allo studio e orientare verso i successivi studi della secondaria di secondo grado.

Poichè il modulo ministeriale che le famiglie compilano on line per iscrivere i ragazzi alle scuole non sono personalizzabili oltre una certa misura e in particolare non è possibile inserire l'opzione di corsi quali quello scientifico, l'Istituto, dopo il 25 gennaio, raccolte le iscrizioni della "Casalini" invierà a tutte le famiglie una lettera con la richiesta di manifestare l'interesse per tale opzione. Si procederà quindi alla selezione delle domande sulla base dei criteri che verranno individuati dal Consiglio di Istituto.

“Il corso non è rivolto "ai secchioni" - conclude Cusin - ma piuttosto a tutti quegli studenti che sono interessati e incuriositi dalla scienza, che hanno desiderio di impegnarsi e di comprendere se gli studi scientifici possono essere la loro vocazione, anche se precoce.
Infatti riteniamo, con gli Antichi, che gli studenti non siano vasi da riempire ma fuochi da accendere”.


 
Articolo di Lunedì 18 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it