Condividi la notizia

SICUREZZA

Altri 100mila euro assegnati a Badia per la videosorveglianza

Soddisfatto il sindaco di Badia Polesine (Rovigo), Giovanni Rossi, "Sono orgoglioso del risultato ottenuto, l’iter si è rivelato particolarmente complesso, ma alla luce del risultato ne è decisamente valsa la pena”

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo)– Nella sala consigliare del municipio, il sindaco Giovanni Rossi ha annunciato l’aggiudicazione a Badia di 100mila euro per la videosorveglianza e l’efficientamento energetico. La comunicazione prefettizia, datata 5 gennaio, ha portato la buona notizia.

Piazzandosi al 197° posto della graduatoria nazionale, il Comune di Badia aveva già beneficiato nel 2020 del contributo di 90mila euro (si raddoppieranno nel 2021) per l’efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica; ora incassa quest’altro contributo per la videosorveglianza.

Sulla complessa vicenda dell’appalto della pubblica illuminazione, il Sindaco ha rivendicato il raggiungimento di tutta una serie di vantaggi a suo dire straordinari. “È stato un cammino lungo e periglioso, per diversi motivi, fra i quali il cambio della normativa che ha introdotto in itinere la ‘Stazione appaltante provinciale unica’, l’articolazione di un appalto che comprendeva diverse tipologie di lavori (compresa la videosorveglianza) e per una serie di aggiustamenti per rispettare il protocollo di Kyoto sull’efficientamento energetico”.

Oggi però la scelta d’includere nel capitolato d’appalto la videosorveglianza si è dimostrata vincente, ed i vantaggi incideranno positivamente sulla gestione per i prossimi 18 anni.

Fra l’altro, presentando il progetto già elaborato dalla ditta aggiudicataria dell’appalto per l’illuminazione, la ’Elettrocostruzioni Srl’ di Rovigo, alla fine del 2020 l’Amministrazione ha aderito ad un nuovo bando nazionale per la videosorveglianza. Il bando, che è passato al vaglio della Prefettura per i requisiti d’ammissione e la corrispondenza dei progetti alle normative vigenti, ha avuto un esito sperato ma non scontato. Il progetto presentato dal Comune si è, infatti, posizionato all’83° posto (su 2.265 domande pervenute) della graduatoria nazionale del bando, portando a Badia (unico comune polesano) 100mila euro di contributo.   

Il progetto vale 300mila euro, ma i 100mila aggiudicati al Comune di Badia costituiscono una nuova entrata di bilancio che, fatte salve le prescrizioni governative, è spendibile per qualsiasi necessità, giacché la videosorveglianza è già pagata col canone d’appalto. È questo, secondo Giovanni Rossi, l’aspetto finanziario straordinario della vicenda.

L’aspetto più formidabile, ha sottolineato il Sindaco, è che possiamo usare la progettazione esecutiva fatta dall’impresa Elettrocostruzioni per poter rispondere ai bandi di qualsiasi tipo sulla riqualificazione energetica, per i prossimi 18 anni”.

A completamento della videosorveglianza, sono previsti anche tre ulteriori varchi elettronici che, con tutta probabilità saranno collocati sulla strada che proviene da Lendinara, uno su quella da Legnago e uno in direzione Crocetta.

Ricordando anche la ricostituzione dell’organico della Polizia municipale, che nel 2021 vedrà l’assunzione di un sesto agente, Giovanni Rossi ha rilevato che: “Sul tema sicurezza questa Amministrazione ha fatto tutto quello che aveva promesso”.

Sullo stato della realizzazione dei lavori per l’ammodernamento della pubblica illuminazione, che hanno beneficiato iniziati il 12 settembre scorso, il Sindaco ha spiegato che, dopo la pausa natalizia, stanno riprendendo nel sostanziale rispetto del cronoprogramma specificando i contenuti del primo stralcio dei lavori in via Roma. Dall’innesto da via Masetti all’incrocio con via Senesi, sarà ammodernata l’illuminazione esistente e sistemati i marciapiedi. Dall’incrocio di via Senesi al centro, invece, gli interventi sono tuttora al vaglio dell’Amministrazione per rispettare il valore architettonico dell’esistente.

"Sono orgoglioso del risultato ottenuto, ha concluso  il sindaco Giovanni Rossi, l’iter si è rivelato particolarmente complesso, ma alla luce del risultato ne è decisamente valsa la pena”.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Martedì 19 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it