Condividi la notizia

MEDICO CORBOLA

Michele Domeneghetti rassicura: "Il medico ci sarà per tutti i cittadini di Corbola"

Il primo cittadino di Corbola (Rovigo) specifica questo aspetto dopo gli attacchi e i dubbi della minoranza sul tema del medico di base, che ad oggi ancora non c'è per sostituire la dottoressa Maddalena che va in pensione

0
Succede a:
CORBOLA (Rovigo) - "In merito alla richiesta di collaborazione della minoranza di Corbola si puntualizza: che la situazione meriti attenzione lo avevamo già fatto presente all’Ulss 5 Polesana quando siamo venut a conoscenza del pensionamento della dott.ssa Maddalena. Nella lettera inviata in data 3 gennaio 2021 al direttore Antonio Compostella e all’ufficio convenzioni dott.ssa Zennaro, avevamo già espresso la nostra preoccupazione e chiesto la massima attenzione e collaborazione su diversi aspetti del problema". Così il sindaco Michele Domeneghetti, dopo la richiesta della minoranza di un incontro proprio sul tema del pensionamente del medico di base (LEGGI ARTICOLO). 

"In questo ambito gli ent locali hanno il compito di raccogliere, interpretare e suggerire le necessità ed i bisogni assistenziali in materia sanitaria e socio-sanitaria della comunità affinchè l’Ulss Territoriale, Azienda gestore per la Regione dei servizi sopraccitati, possa tenerne conto e regolare i servizi territoriali. Nonostante le difficoltà peculiari e strutturali che in sinergia con l’Ulss si sta cercando di alleviare e sicuramente risolvere, non deve essere occasione per la minoranza (Doat, Tosato e Bovolenta) per creare allarmismi e disorientament tra i cittadini, tanto meno fomentare altri gruppi (Comitato per la Difesa dell’Ambiente e l’Associazione l’Aquila) che già in altre occasioni hanno manifestato la propria posizione avversa preconcetta rispetto questa amministrazione".

"Ad oggi la proposta di riconoscere sul comune di Corbola “zona carente” e l’indicazione del vincolo di apertura dell’ambulatorio presso lo stesso comune, in sede di pubblicazione del bando di reclutamento, ha trovato la condivisione dell’Ulss 5 Polesana nella risposta del 18 gennaio c.a. prot. 4423. Resta il tema “strutturale” del ricambio generazionale e la ricerca di sosttuto, sul quale ci stamo sperimentando su tutti i fronti, non soltanto a Corbola ma anche ad Ariano e ancor di più a Porto Tolle".

Sottolineando: "Non è un tema dove serve una pressione politca bensì esclusivamente la disponibilità di medici, disponibilità che al momento, dopo diversi tentatvi ancora non c’è. Nonostante la situazione nessuno resterà senza medico, in attesa di un sosttuto vincolato a Corbola i mutuati della dott.ssa Maddalena potranno rivolgersi ai medici del distretto, tra i quali il dottor Ferro che già viene a Corbola. Si consiglia comunque di rimanere in attesa delle comunicazioni Ulss ufficiali che arriveranno a tutti".

"La scelta del nuovo medico può essere fatta presso l’ospedale di Adria oppure presso gli ambulatori di medicina di gruppo di Taglio di Po muniti di carta di identtà. Le persone anziane e chi ha problemi negli spostamento possono recarsi presso l’ufficio assistente sociale del comune di Corbola e con l’aiuto dell’assistente potrà compilare il modulo per la scelta ed la delega".

Concludendo: "Si precisa che il Fascicolo Sanitario personale che ognuno possiede verrà automatcamente trasferito presso il medico scelto, mentre la documentazione medica raccolta negli anni dal proprio medico resta nell’ambito del rapporto tra assistto e medico e potrà essere resttuito soltanto dallo stesso medico".

"Ad ogni modo, accolgo con favore la proposta di collaborazione avanzata dalle forze di opposizione, come ho già detto “le porte alla collaborazioni sono sempre aperte purché fattive e leali”. "Avremo modo di spiegare quello che stamo facendo ed eventualmente condividere strategie per la risoluzione dei problemi risolvibili mercoledì 20 c.m. alle ore 19,00 presso la sala consiliare del comune di Corbola".

"Per ragioni di distanziamento e misure contro la diffusione del contagio legato al Covid-19, la riunione rimarrà riservata al gruppo di maggioranza, ai rappresentant della minoranza e delle associazioni richiedenti". "Se lo scopo, come dichiarato, è quello di collaborare con l’amministrazione per trovare una soluzione, ebbene, la cercheremo insieme".
 
Articolo di Martedì 19 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it