Condividi la notizia

COMUNE

Ferrarese presenta il bilancio del 2020

Nonostante i problemi legati alla pandemia nel comune di Stienta (Rovigo) sono stati eseguiti diversi lavori, interventi necessari per tutta la comunità

0
Succede a:
Enrico Ferrarese

STIENTA (Rovigo) – “Il 2020 è stato un anno difficile, senza precedenti, certamente complicato da gestire e difficile da raccontare per tutta la serie di problemi che la pandemia ha creato alle persone, alle attività e alle famiglie”, questo è l’incipit del resoconto fatto dal sindaco Enrico Ferrarese ai propri concittadini.

Secondo l’analisi del primo cittadino il 2020, nonostante tutte le avversità, è stato un anno proficuo in cui si sono moltiplicati gli sforzi e le energie, riuscendo a realizzare molte opere e portate avanti tante iniziative nel bene della comunità, con un occhio alla ripresa e soprattutto ai giovani.

Il Sindaco ha snocciolato l’elenco partendo dai lavori di sistemazione, efficientamento energetico e di messa a norma della centrale termica e della rete idrica con realizzazione di servizi igienici per disabili presso il campo sportivo. I due interventi, il primo per 63.298,40 euro di cui 50mila con contributo ministeriale e il secondo intervento per 41.408,16 euro di cui 27.929 dal contributo della Regione Veneto, sono conclusi.

Al Parco dei Tigli, dopo il recente restyling, è stato invece realizzato un percorso in spazio aperto, che al momento dell’auspicata riapertura post-covid sarà a disposizione di tutti, destinato ad attività fitness e workout, per l’importo di 14.152,49 euro, di cui 11.307 con contributo regionale.

Aderendo al Bando Regia GAL, nella tarda estate sono stati conclusi i lavori di recupero e ristrutturazione edilizia di “Casa Romani” in Piazza Santo Stefano, per la realizzazione di un punto informativo e ricreativo sul turismo rurale: spesa di 262.079,92 euro, di cui 186.604 con fondi europei.

Al Cimitero è stato messo a norma l’impianto elettrico e sistemato il primo lotto di lampade votive per l’importo di 33.978,05 euro, tutto con fondi di bilancio.

Non si è dimenticata la scuola, con opere di messa a norma per la riapertura (resi possibili con contributo del Programma Operativo Nazionale (PON) del Miur, di 6.000 euro.

E come non ricordare il recupero e la riapertura della Chiesa di San Genesio, un’operazione in cui Parrocchia, Comune e Regione hanno mostrato una straordinaria sinergia.

Stienta ha strizzato l’occhio al futuro con la realizzazione di punti per la ricarica delle auto elettriche e la realizzazione di un’arena di lettura presso il Parco di Via Gramsci, prevista per la primavera 2021. Operazione resa possibile grazie al progetto “La comunità conta” e il contributo di Coop Reno per  1.275 euro.

Il corposo elenco delle realizzazioni comprende le opere nella Zona Artigianale.  Sempre nel 2020, a completamento del maxi intervento per affrontare gli allagamenti è stato varato il ‘Regolamento di Polizia Idraulica’.

Nell’ambito dei servizi per affrontare le difficoltà della pandemia, sono stati organizzati il servizio pre-scuola e il doposcuola, garantiti l’attività dell’Università Popolare e i corsi di musica e le iniziative del Comitato Biblioteca (soprattutto con attività on-line) e della Commissione Pari Opportunità. Sono stati acquistati nuovi volumi per un valore di 2.100 euro col contributo Mibact.

Sempre parlando di servizi, sono state implementate le attività della nuova assistente sociale, riconosciute le borse di studio, attivato il Centro Ricreativo Estivo per bambini da zero a undici anni e, con importanti interventi di bilancio, operato per l’abbattimento delle rette a vantaggio delle famiglie.

Nell’ambito sociale sono stati distribuiti i cosiddetti buoni spesa per fronteggiare le difficoltà delle famiglie, in entrambe le fasi della pandemia per complessivi 37mila euro, oltre ad aver distribuito con il Gruppo Protezione Civile di Occhiobello e Stienta i buoni messi a disposizione da Croce Rossa Italiana e i pacchi spesa. In favore della fragilità sociale e della disabilità, grazie al contributo della Fondazione Cariparo, sono stati impegnati 11mila euro aprendo un conto corrente dedicato alle donazioni per aiutare i più bisognosi nell’emergenza covid.  È stato attivato anche il servizio di spesa a domicilio con l’aiuto dei negozianti e volontari.

È puntualmente proseguita l’attività di coordinamento con la Medicina di Gruppo e con il Centro Servizi Sociali “Villa C. Resemini” assicurata la vaccinazione antinfluenzale e i tamponi covid. In ottemperanza alle disposizioni vigenti, grazie al Gruppo Volontari di Protezione Civile e ANC, sono sempre stati regolati gli accessi al mercato settimanale e alla sede municipale.

In ambito tributario è stata disposta l’eliminazione dell’intera Tari per i mesi di chiusura delle utenze commerciali e il riconoscimento dell’esonero dal pagamento delle rette di frequenza dell’asilo nido e delle intere tariffe del trasporto scolastico per tutti i mesi nei quali i servizi non sono stati utilizzati “… interventi non scontati, sottolinea il Sindaco, e per i quali invece sarebbero state previste modalità ed oneri ben diversi”.

“Insomma, pur nella tristezza generale del momento che anche la nostra comunità è costretta a vivere, dichiara Ferrarese, come sindaco non posso che essere soddisfatto di questi risultati, ottenuti in un anno davvero sconcertante, con l’aiuto e la responsabilità di tutti”.

Il lato positivo emerso nel 2020, secondo l’analisi del Sindaco, è stato vedere la convergenza e la partecipazione dell’intera comunità impegnata a moltiplicare gli sforzi per superare le difficoltà di una quotidianità fattasi difficile.

Per questo, Ferrarese conclude l’intervista ringraziando l’intero Consiglio Comunale che ha capito la difficoltà e la straordinarietà di doversi muovere con esigenze del tutto nuove e inattese, senza dimenticare gli uffici, la Polizia Locale, le Forze dell’Ordine, la scuola, la Parrocchia, i volontari e le associazioni del territorio.

Ugo Mariano Brasioli

 

 

 

 

Articolo di Giovedì 21 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it