Condividi la notizia

CORONAVIRUS

Covid-19: il contagio continua a diminuire a Rovigo e in Veneto

1.198 positivi in Veneto, meno del 3% dei tamponi, 52 in provincia di Rovigo. In Polesine ci sono anche 118 contagiati in meno. Calano anche i ricoveri, le vittime purtroppo aumentano 

0
Succede a:
Luca Zaia e il dg dell'Ulss 5 Polesana, Antonio Compostella

ROVIGO - Troppo presto per cantare vittoria, ma ormai da giorni i nuovi casi di Covid-19 si sono ridotti di un quinto in Veneto. 1198 positivi nella Regione nelle ultime 24 ore, 10.000 positivi in meno rispetto a ieri. 2.737 i ricoverati, 700 in meno rispetto al 31 dicembre. 72 i decessi nell'ultima giornata in Veneto.

52 nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 9520 da inizio epidemia) tra le quali 2 ospiti della Casa di Riposo “San Gaetano” di Crespino. 12 delle 52 nuove positività sono emerse dai test antigenici. 25 persone, delle 52 risultate positive, erano già in isolamento domiciliare

La prevalenza in Polesine (totale delle persone risultate positive da inizio epidemia sul totale della popolazione) è pari all’ 4,14%. L’incidenza degli ultimi 7 giorni (nuovi casi riscontrati sul totale delle persone testate nel periodo) è pari al 2,85% (come nel Veneto).

170 nuove guarigioni fanno salire a 7203 il totale dei guariti in Polesine da inizio epidemia. Sono 1974 le persone attualmente positive in provincia. Ad oggi sono 2233 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

Attualmente risultano 99 pazienti ricoverati in Polesine: 60 in Area Medica Covid a Trecenta, 16 in Terapia Intensiva Covid a Trecenta, 10 in Malattie Infettive a Rovigo e 13 in Area Medica Covid ad Adria.

5 i decessi in provincia di Rovigo portano il totale dei morti a 342. Due persone sono morte in ospedale, una donna di 89 anni residente in Basso Polesine, è deceduta in Area Medica Covid ad Adria, un uomo di 83 anni, residente in Basso Polesine, è deceduto in Area Medica Covid a Trecenta.

Situazione in netto miglioramento nelle strutture residenziali extra ospedaliere, dopo l’ondata di contagi che ha portato vittime e dolore.

Risultano positivi: 42 ospiti e 5 operatori del Csa di Adria, 13 ospiti e 2 operatori della Rsa “San Martino” di Castelmassa, 1 operatore della Residenza per Anziani “Villa Agopian” di Corbola, 14 ospiti e 3 operatori della Casa di Riposo “San Gaetano” di Crespino, 1 operatori della Residenza “San Salvatore” di Ficarolo, 10 ospiti e 4 operatori della Casa Albergo per Anziani di Lendinara, 30 ospiti e 26 operatori dell’“Opera Pia Francesco Bottoni” di Papozze, 18 ospiti e 8 operatori della Casa di Riposo “Iras” di Rovigo, 2 operatori della Casa di Riposo “Sant’Antonio” di Trecenta, 27 ospiti e 14 operatori della Casa di Riposo “Sant’Anna” di Villadose, 1 ospite e 2 operatori della Casa di Riposo “La Rosa dei Venti” di Rosolina.

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 175.547. I tamponi rapidi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 186.072.

 

Articolo di Venerdì 22 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it