Condividi la notizia

CORONAVIRUS

1362 persone immunizzate in Polesine 

Si continua con la somministrazione della seconda dose del vaccino Pfizer in provincia di Rovigo, ma il nuovo carico tarda ad arrivare

0
Succede a:

ROVIGO - Sino a domenica sera erano state sottoposte a prima dose di vaccinazione, per Covid-19, 7480 persone in provincia di Rovigo. 3600 nelle Rsa della provincia (ospiti e operatori) e 3880 tra gli operatori sanitari dell’Azienda Ulss 5, del territorio e delle Strutture private accreditate.

L’adesione nelle Rsa a domenica sera era la seguente: 95% ospiti (2% ha manifestato formalmente il dissenso alla vaccinazione, il restante risultava non idoneo) – 84% operatori (9% ha manifestato formalmente il dissenso, il restante risultava non idoneo, per malattia o positività, o non disponibile).

Alla fine del primo turno di vaccinazione Covid-19 oltre il 90% del personale dell’Azienda Ulss 5 ha eseguito la prima dose del vaccino (il 6% ha espresso il dissenso alla vaccinazione).

624 operatori sanitari e 528 ospiti e operatori delle Rsa hanno eseguito la seconda dose completando così la profilassi vaccinale.

Lunedì sono previste 210 somministrazioni di seconda dose del vaccino, nella giornata di mercoledì dovrebbero essere disponibili nuove dosi, ma di fatto si sono perse due settimane preziose, e non per colpa dell’Ulss 5 Polesana.

L’Avvocatura dello Stato farà un esposto contro Pfizer, perché è del tutto evidente che il piano vaccinale programmato insieme all'Ue va rispettato, altrimenti sarà un grosso problema.

Articolo di Lunedì 25 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it