Condividi la notizia

ADRIA CONDANNA

Omar Barbierato: "Condanniamo gli atti che insultano la storia partigiana di Adria"

Il sindaco Omar Barbierato chiarisce la posizione del comune nei riguardi di quelli che sono stati gli atti vandalici che lo hanno colpito nelle ultime ore

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - “Prendiamo le distanze dal vile gesto che ha sfregiato la nostra città alla vigilia della Giornata della Memoria. Imbrattare le pareti di alcune vie ed edifici con scritto “Adria è fascista” - commenta il primo cittadino Omar Barbierato - è un insulto alla costituzione, ai valori sui quali si fonda la comunità e alla storia partigiana di Adria, Città che ripudia il fascismo, il nazismo e ogni forma di totalitarismo illiberale".

"Un gesto vigliacco e codardo operato con il favore della notte, approfittando delle misure anti-covid vigenti, commesso con il solo scopo di fare una propaganda di stampo fascista”.  

Lo striscione affisso sul murales presso la stazione degli autobus è un gesto che è andato a colpire, uno dei simboli più recenti di cultura, di impegno contro il degrado e di vittoria della bellezza sull'oscurantismo. Valori che evidentemente hanno provocato lo sdegno di qualche movimento estremista che nella croce celtica fonda i propri ideali.

"Invito pertanto le altre forze politiche a prendere le distanze in maniera bipartisan da quanto accaduto, condannando sia il gesto di Forza Nuova e sia l’atto vandalico per il quale abbiamo proceduto a sporgere denuncia. Le scritte verranno rimosse e il murales ripristinato: non permetteremo che valori illiberali e oscurantisti si affermino. Adria è una città partigiana, ripudia il fascismo e il nazismo. La nostra città è ferma ed ancorata sui valori della costituzione” - conclude il Sindaco Omar Barbierato -.
Articolo di Lunedì 25 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it