Condividi la notizia

PANCHINA GIALLA ADRIA

Una panchina gialla per Giulio Regeni ad Adria

Nel tardo pomeriggio di lunedì 25 gennaio è stata inaugurata la panchina gialla in piazza Bocchi ad Adria (Rovigo) in onore di Giulio Regeni, venuto a mancare 5 anni fa in Egitto

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - L'annuncio era stato fatto da tempo e alla fine l'amministrazione comunale di Adria, in collaborazione con Amnesty International ha deciso di dedicare una panchina gialla con affissa una targa in onore di Giulio Regeni, studente torturato e ucciso in Egitto 5 anni fa. La panchina è stata sistemata in piazza Bocchi esattamente davanti alla biblioteca comunale.  



Presenti erano il sindaco Omar Barbierato, l'assessore Andrea Micheletti e il rappresentante di Amnesty International Giovanni Stefani. L'inaugurazione è stata introdotta da Omar Barbierato che ha ricordato: "Siamo qua per ricordare Giulio, ma soprattutto chiarire che quello che è successo non deve succedere mai più". "Ribadisco l'importanza del rispetto dei diritti umani e del fatto che ancora oggi molte nazioni non li accettano". 

"Lo stato deve dare una risposta ai genitori di Giulio". Successivamente è il rappresentate di Amnesty International, Giovanni Stefani, ha commentato: "Giulio era una ragazzo con tanti progetti, con la voglia di vivere e di conoscere, voleva semplicemente capire e comprendere ed è stato brutalmente torturato". "I quattro agenti egiziani sono stati rinviati a giudizio e già questo è un grosso risultato, perchè grazie alla sensibilizzazione siamo arrivati a questo; continuate a condividere e far capire quanto importante sia sapere la verità". 

Infine ha preso la parola l'assessore Andrea Micheletti: "Se anche inauguriamo panchine il nostro impegno per la cittadinanza rimane; vogliamo solo dare un simbolo per far capire quanto è successo e quanto questi siano importanti".  
Articolo di Lunedì 25 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it