Condividi la notizia

GUARDIA DI FINANZA

Gnocchi freschi trasportati in un camion non idoneo, sequestrato il carico

Individuato dalle Fiamme Gialle di Rovigo un carico di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione. Sequestrate 3 tonnellate di cibo

0
Succede a:

OCCHIOBELLO (Rovigo) - Nel corso di un servizio di prevenzione e contrasto ai traffici illeciti eseguito in prossimità dell’uscita dal Casello Autostradale A/13 di Occhiobello (RO), inquadrato nell’ambito di un più vasto e coordinato dispositivo di vigilanza disposto dal Comando Provinciale di Rovigo, i finanzieri della Compagnia di Rovigo hanno proceduto al controllo di un camion telonato destinato al trasporto di beni vari alla rinfusa non alimentari (tegole, tubi in ferro, stampe, etc.) riconducibile ad una ditta slovena.

Nel corso del controllo è emerso che fra la merce trasportata era presente anche un ingente quantitativo di prodotti alimentari freschi, in particolare “gnocchi di patate”, caricati presso un’azienda Italiana ma destinati al mercato estero. Approfonditi accertamenti permettevano di constatare che l’intero quantitativo di prodotto, sebbene correttamente sulla confezione esterna delle scatole fossero riportate le prescrizioni secondo le quali il prodotto avrebbe dovuto viaggiare a temperatura controllata refrigerata, in realtà stava viaggiando su un camion telonato, non refrigerato e quindi non idoneo al trasporto di prodotti alimentari, trasparendo sin da subito evidenti segni di cattiva conservazione. Le condizioni generali del trasporto infatti non apparivano idonee ad assicurare la salubrità e la non contaminazione dei prodotti alimentari trasportati.

Forti di queste evidenze, i finanzieri hanno allertato il personale dell’Ulss 5 di Rovigo, il quale certificava quanto sospettato in prima battuta circa il cattivo stato di conservazione. L’interruzione della catena del freddo, infatti, può pregiudicare le caratteristiche organolettiche di alcuni prodotti alimentari in modo determinante e definitivo, rendendoli non più idonei al consumo umano.

A seguito di quanto rilevato si è proceduto al sequestro e quindi alla distruzione di 3.120 Kg, (6 pallet costituiti da complessivi 297 cartoni) oltre all’applicazione di una sanzione pecuniaria amministrativa da euro 1.000 a euro 6.000.

Interventi come questo attestano come il controllo economico del territorio, garantito quotidianamente dalla Guardia di Finanza, contribuisca ad assicurare la corretta circolazione sul mercato di prodotti sicuri per il cittadino oltre che conformi agli standard qualitativi previsti dalle normative di settore.

 

Articolo di Mercoledì 27 Gennaio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it