Condividi la notizia

IL CASO

Bar multato a Fiesso Umbertiano, ammenda anche agli avventori prima della zona gialla. La Maggioranza scrive al Sindaco

“Prevenire sia meglio che curare”. La lettera indirizzata in primis al Sindaco di Fiesso Umbertiano (Rovigo), lancia un forte segnale di richiamo al dovere di tutti gli Amministratori per evitare il ripetersi di questi spiacevoli eventi

0
Succede a:

FIESSO UMBERTIANO (Rovigo) - È successo domenica 31 gennaio prima della zona gialla, il bar Tu Noi e Le Stelle di Fiesso Umbertiano ha ricevuto un’ammenda che pesa come un macigno sulla difficoltosa gestione dell’attività lavorativa che deve fare i conti con aperture a singhiozzo e la riduzione delle possibilità di guadagno essendo ammesso il solo asporto. Anche gli avventori, che si trovavano all’esterno del bar, sono stati multati.

Grande la lealtà dei gestori che hanno evitato ogni polemica e per salvaguardare sé stessi ed i propri clienti hanno deciso, non solo di pagare la multa, ma anche di chiudere il weekend successivo. 

La notizia, ha colpito in modo forte parte degli Amministratori di Maggioranza del paese che, con una lettera aperta al Sindaco e alle attività commerciali, hanno ribadito qual è la loro visione della gestione pubblica del pericolo Covid-19:  oltre  al sostegno alla sanità territoriale per il contenimento della pandemia, si sentono in dovere di essere di supporto anche a tutte le attività (bar, ristoranti, partite IVA, ecc…) che hanno assistito ad una riduzione drastica dei loro introiti economici senza ottenere i necessari ristori governativi e si dissociano da ogni forma di intervento da parte di Amministratori Comunali che non sia indirizzato al dialogo, alla prudenza e ad un agire sensato e condiviso.  

“In questa situazione drammatica, siamo consapevoli che serve, da parte nostra, un impegno responsabile e condiviso, volto ad un’opera di sensibilizzazione rivolta ai gestori delle attività ed ai loro clienti, richiamando i contenuti delle norme relative al distanziamento sociale, all’uso delle mascherine ed al divieto di assembramento, tutte azioni che devono far parte, oggi più che mai, della nostra condotta di Amministratori”.

“In una situazione storica di dramma sanitario, sociale ed economico, questi Amministratori Comunali consapevoli che le norme sono sorte per prevenire contagi e focolai, nella lettera, richiamano ad una politica di educazione e prevenzione rigettando ogni forma di punizione atta a creare danni economici e risentimento soprattutto quando un Amministratore Comunale può svolgere un’azione di mediazione tra le segnalazioni di qualche cittadino e la verifica delle stesse, ad esempio, contattando e dialogando prima con i gestori.

E lo si deve fare come in Sanità, dove la prevenzione deve portare l’individuo a non incorrere nella malattia e di non trovarci a sostenere il malato dandogli solo delle cure palliative atte ad alleviargli il dolore….così dobbiamo agire anche nel nostro quotidiano…. cercando di far sì che le nostre attività non paghino per una trasgressione, che sicuramente rientra tra i compiti di legge, noi Amministratori abbiamo il dovere di evitare tutto ciò, con tutti i mezzi a nostra disposizione!”.

La lettera indirizzata in primis al Sindaco, lancia un forte segnale di richiamo al dovere di tutti gli Amministratori per evitare il ripetersi di questi eventi con tutti i mezzi a loro disposizione. 

“Questo è un percorso che noi firmatari di questo documento ci offriamo di condividere perché siamo convinti che “prevenire sia meglio che curare”, dando disponibilità personale nel cercare di informare, sensibilizzare, istruire ed anche richiamare le persone, quando i loro comportamenti si discostano dai contenuti delle norme Anticovid”.

 

Simone Bovi Assessore al Commercio

Michela Pellegrinelli Assessore al Bilancio

Dott.ssa Luigia Modonesi Assessore ai Servizi Sociali

Dott.ssa Alice Veronese Consigliere con delega alle Associazioni

Claudio Davì Consigliere con delega alle attività fieristiche

Luca Vergura Consigliere con delega allo sport e alle politiche giovanili

Arch. Tomas Ghisellini Consigliere con delega alla cultura e all’urbanistica

 

Articolo di Giovedì 4 Febbraio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it