Condividi la notizia

STORIA CASTLENOVO BARIANO

A Castelnovo Bariano un metalmeccanico diventa regista

Maurizio Antonelli, classe '59, ha da sempre avuto questa grande passione per i film e la regia e proprio per questo ha deciso d'intraprendere questa carriera amatorialmente (Rovigo)

0
Succede a:
CASTELNOVO BARIANO (Rovigo) - Maurizio Antonelli un metalmeccanico diventato regista. Originario di Trecenta, classe 1959, residente castelnovese da alcuni decenni per aver sposato Emanuela Gurzoni. Dalla loro unione è nata l'unica figlia Sara, che li ha resi nonni in grazia di Milena e Irene. In pensione dal 2017.

Il sindaco Massimo Biancardi lo considera: "Un vero appassionato di filmica amatoriale ma ad alto livello! In pochi anni come regista e sceneggiatore, oltre che impareggiabile nella logistica, ha coinvolto a vario titolo per le sue cinque opere sinora un'intera comunità ma non solo. Ha partecipato già due volte al festival del cinema di Venezia e la sua produzione ha sempre avuto, oltre che il nostro, il patrocinio provinciale e regionale. Ha appena terminato l'ultimo film, Frammenti di vita, purtroppo la dilagante pandemia ne ha rinviato la presentazione ufficiale".

"So per certo che Maurizio Antonelli sta già pensando ad un ennesimo ciak e tutti gli diciamo buon lavoro".

Come hai scoperto la settima arte? "Ho sempre amato la fotografia e, dopo il matrimonio nel 1985, ho cominciato a riprendere da amatore feste e location di amici e parenti. La svolta è stata nel 2006 il motoraduno trecentano quando sono passato alla telecamera, trovandomi istintivamente bene. Appassionato di agonismo motoristico, è stato naturale
immortalare in video gare e personaggi del settore e da allora non ho più abbandonato la cinepresa, producendo e diffondendo cassette e nastri ad hoc".

Il primo film? "In collaborazione stretta con Italo Verzola nel 2012 è nato Cent'anni ancora, girato con una Canon Excellent per un lavoro collettivo durato 8 mesi. Correva l'anno 1913. Castelnovo Bariano, abbiamo coinvolto il nostro paese, tanto entusiasmo e sorprendente gioco di squadra. Un film rappresentato in varie occasioni e sempre gradito. Ciò mi ha spinto a continuare incoraggiato da molti, collaboratori e non".

Poi? "Nel 2016 l'attore Fernando Cova mi propose un soggetto originale, Ferny. Un uomo senza memoria del proprio passato, disorientato e spaventato dai suoi stessi confusi e dolorosi ricordi, catapultato in un paese come tanti altri. Saranno le persone incontrate a fargli riscoprire l'amicizia, l'amore, la solidarietà, dandogli così la forza di ritrovare la strada onde dare una svolta alla propria esistenza. Curai la regia (Canon Excellent 1) e la produzione fu della locale compagnia teatrale Magic'Attori. La sceneggiatura fu mia e della
compianta Valeria Chieregatti. Un lavoro complesso durato 30 mesi con una trentina fra attori e comparse, un salto di qualità collettivo".

La prima partecipazione a Venezia Lido. La tua evoluzione sino al 2021? "Nel 2018 il docufilm Terra Nostra, nato da un'idea del fotografo naturalista Germano Sprocatti. Un messaggio ecologista positivo partendo da varie riprese in luoghi diversi dell'Italia. Ancora a Venezia. L'anno dopo abbiamo cominciato a girare il 3° film, Frammenti di vita, nato da un'idea di Marco Wozz Bottoni, che ci ha narrato la vita del nonno Wilmer: storia vera di una famiglia castelnovese emigrata in Brasile nel 1913 e ritornata a casa nel 1925. Le riprese sono state ad alta definizione in 4 k, dovevamo finire a metà 2020 e tornare a Venezia Lido per la 77a Mostra lo scorso settembre ma il covid ha bloccato tutto. Ho terminato il montaggio solo poco tempo fa".

"Quest'anno speriamo di presentare l'opera nei nostri ormai affezionati circuiti. E' stato uno sforzo tecnico-organizzativo senza pari con oltre un centinaio di persone impegnate ai
vari livelli, costumi d'epoca e la sensazione comune di essere cresciuti tutti noi, migliorando sempre. Ho già in mente un soggetto storico calato nella nostra realtà ma dovremmo andare al 2022".
Articolo di Lunedì 8 Febbraio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it