Condividi la notizia

COMUNE

Il futuro prossimo secondo Ferrarese

Il sindaco di Stienta (Rovigo) Enrico Ferrarese disegna i programmi per questo 2021, l’anno in cui si terranno le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale

0
Succede a:

STIENTA (Rovigo) – Dopo l’analisi dei risultati conseguiti nel “terribile” 2020 (LEGGI ARTICOLO), il sindaco Enrico Ferrarese disegna i programmi per questo 2021, l’anno in cui si terranno le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale. “All’appuntamento elettorale, assicura il Sindaco, non ci sto ancora pensando, sono troppo occupato a risolvere i problemi della quotidianità dei miei concittadini, auspico solo che anche la contesa politica possa essere sobria e consona alla gravità del momento che stiamo vivendo e, comunque in linea col ritrovato senso di comunità scaturito dall’esperienza pandemica in una ritrovata sinergia fra le componenti della comunità stientese”.

Ferrarese, dopo aver espresso soddisfazione per la nomina del vicesindaco Riccardo Malavasi, a membro del CdA del Gal Delta Po, ha commentato favorevolmente l’affidamento fino al 2050 della gestione dei rifiuti a Ecoambiente. La scelta operata permette di dare al territorio una sostenibilità che nel medio periodo dovrebbe tradursi in un beneficio per l’ambiente e per i nostri cittadini. “È un cambio di passo e se i benefici non saranno immediati, fra tre /cinque anni l’applicazione della cosiddetta “tariffa puntuale” (legata alla reale produzione reale di rifiuti e non più sul metodo presuntivo) premierà i comportamenti virtuosi con conseguente diminuzione dei costi per i cittadini”.

Parlando di prospettive locali di sviluppo, un ruolo fondamentale sarà giocato dall’arrivo della fibra ottica (collaudata e già richiedibile) e dalla realizzazione dei lavori per la attivazione della Banda Ultra Larga a copertura delle cosiddette “zone bianche” cioè quelle non ancora coperte da alcun servizio (che a Stienta erano l’80% del territorio).

Il volano per il rilancio dell’economia locale con investimenti e nuova occupazione anche per Stienta, secondo Ferrarese, è però dato dal riconoscimento e l’attivazione della Zona Logistica Speciale (ZLS/ZES).

Pur dovendo tener conto delle scadenze elettorali e con la consapevolezza dei grandi cambiamenti intervenuti nel 2020 che obbligano a riprogettare la vita di tutti, Ferrarese è ottimista per questo 2021, per il quale sono già in cantiere importanti interventi. Fra le priorità elencate dal Sindaco, c’è la manutenzione e messa in sicurezza della centrale termica e dell'impianto idrotermosanitario della scuola elementare, lavori per i quali sono disponibili 49.990 euro finanziati con contributi ministeriali. Saranno invece sistemati i locali spogliatoi della palestra della Scuola media con un investimento di 65.000 euro (di cui 44.300 con contributo Cariparo – Bando Work in sport – e 20.700 a carico del Comune). Anche l’impianto di sicurezza e antincendio dell’asilo nido sarà messo a norma per una spesa di 14.000 euro, di cui 11.100 con fondi del Programma Operativo Nazionale (PON) del Ministero dell’Istruzione.

Due sono gli interventi previsti per le piste ciclopedonali, un primo relativo al Progetto Sinistra Po e vede l’amministrazione di Stienta co-protagonista per nuovi percorsi nelle zone Zampine-Stradazza ed Eridania commerciale, con un quadro economico di 220.000 euro finanziato con il contributo della Regione Veneto e fondi di bilancio comunale per 57.040 euro. Il secondo intervento è invece vedrà la riqualificazione dei percorsi ciclopedonali esistenti per l’importo di 45.538 euro (di cui 37.088 con contributo CaRiPaRo).

Nel cimitero si procederà alla sistemazione del secondo lotto di lampade votive e la messa a norma dell’impianto elettrico, con una spesa di € 50.000 euro con fondi ministeriali.

Enrico Ferrarese promette infine che, “Non mancheranno anche gli interventi sul decoro urbano per mantenere e rendere ancor più sicura e accogliente Stienta e non mancheranno il sostegno alle fragilità e ai concittadini che vivono gli effetti più pesanti della pandemia per uscire tutti insieme fuori da questo tunnel”.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Mercoledì 10 Febbraio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it