Condividi la notizia

CARABINIERI 

I Carabinieri sventano un suicidio, salvato un 52enne polesano

L’alta professionalità dell’Arma dei Carabinieri, dall’operatore del 112 al personale del Nucleo Operativo e Radiomobile di Copparo (Ferrara), salvano la vita di un 52enne della provincia di Rovigo

0
Succede a:

RIVA DEL PO (Ferrara) - Alle 2.05 del 17 febbraio, all’utenza di emergenza 112 della Compagnia Carabinieri di Copparo (FE) giungeva la chiamata di un cinquantaduenne rodigino residente nel padovano, il quale, in evidente stato alterazione psico-fisica, informava l’operatore della centrale che era intenzionato a porre fine alla propria esistenza, gettandosi nelle fredde acque del fiume Po. 

L’Appuntato alla console, con ferma determinazione e professionalità, riusciva a stabilire un contatto umano con l’interlocutore, il quale confidava di essere giunto sulla riva del Po, proveniente da Crespino (Rovigo), e di volersi suicidare perché sopraffatto da innumerevoli problemi personali e da un irreversibile dissesto economico. 

Contestualmente all’interlocuzione il graduato dell’Arma riusciva ad avviare la procedura di localizzazione l’uomo, che si trovava in via Dazio, nei pressi della ciclabile, in località Riva del Po (Ferrara), a poche decine di metri dalla sponda destra del fiume. L’operatore della Centrale inviava immediatamente sul posto due pattuglie, una del Nucleo Operativo e Radiomobile di Copparo (Ferrara) e la seconda della locale Stazione, oltre ad allertare il 118 per il soccorso medico. Le pattuglie riuscivano a raggiungere lo sventurato cittadino per tempo, trovandolo ancora impegnato al telefono con il collega del 112, affidandolo poi alle cure dei sanitari, giunti poco dopo. Il 52 enne, sano e salvo, veniva successivamente trasportato all’ospedale di Cona (FE) per accertamenti clinici.

 

 

Articolo di Mercoledì 17 Febbraio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it