Condividi la notizia

L’INIZIATIVA

Una nuova legge che mira a colpire le forme di propaganda fascista

Legge “Stazzema": l'invito dell'Istituto Polesano per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea (Istpolrec) per l'adesione dei cittadini alla raccolta firme sulla nuova legge di iniziativa popolare

0
Succede a:

ROVIGO - L’Istpolrec, Istituto Polesano per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea, condivide lo spirito e le motivazioni della proposta di legge di iniziativa popolare promossa dal Sindaco di S. Anna di Stazzema, già sottoscritta da numerosi cittadini, e invita non solo tutti i propri associati ma anche e soprattutto tutti i cittadini che si riconoscono nei valori democratici e antifascisti della nostra Costituzione a firmare la proposta di legge presso gli uffici del proprio Comune di residenza. Le firme devono essere raccolte entro il 31 marzo. 

Un dato di particolare rilievo è che l'iniziativa in questione sia partita proprio dal piccolo paese della Versilia, segnato da una delle più tragiche stragi di civili messe in atto dai militari tedeschi nell'agosto del 1944, con più di cinquecento vittime.

Così recita un estratto della proposta: "Chiunque propaganda i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. La pena è aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici". La nuova legge mira proprio a intercettare e colpire le forme nuove e più insidiose di propaganda fascista, che troppo spesso rischiano di restare impunite e viaggiano nella galassia del web.

“Peraltro - sottolinea il presidente di IstPolRec, Antonio Lodo - occorre ricordare che il rapporto Italia 2020 dell'Eurispes ci dice che dal 2004 ad oggi è aumentato il numero di chi pensa che la Shoah non sia mai avvenuta: dal 2,7 percento al 15,6 percento. Per contro, il 47, 5 percento del campione ritiene che gli atti di antisemitismo avvenuti in Italia, specialmente negli ultimi tempi, siano il segnale di una pericolosa recrudescenza dell'estremismo nel nostro paese.

Siamo pertanto convinti che questa proposta di legge rappresenti una doverosa presa di posizione, una risposta civile e democratica, contro ogni deriva fascista, razzista e antisemita”.

 

Articolo di Giovedì 18 Febbraio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it