Condividi la notizia

BENESSERE & SPORT

Ossessione bilancia: il peso corporeo oscilla tutti i giorni

I consigli del dottore per un peso forma salutare. Fulvio Fiorini spiega che il peso non è solo un numero, ma la componente di più fattori in continua variazione

0
Succede a:

ROVIGO - Oggi iniziamo a discutere di un argomento molto dibattuto dai mass-media. Si tratta di un argomento complesso di cui spesso si parla troppo, a sproposito e magari il tema è anche affrontato da persone non propriamente competenti. Il risultato finale dell’esposizione non è quindi certo affidabile: l’argomento a cui ci riferiamo e parleremo è il peso.
Il peso è un parametro che tutti i giorni verifichiamo anche involontariamente tramite tutto ciò che ci circonda ed utilizziamo: ad esempio la borsa della spesa che se tanto pesante può’ creare tanti problemi alla nostra schiena (o meglio alla colonna vertebrale). In generale il peso delle cose è qualcosa di non modificabile nel tempo o modificabile molto poco: basti pensare ad una roccia, di uno scoglio, di una pietra che nel corso addirittura di millenni mantengono pressoché invariato il loro peso.

Il peso di cui sicuramente si discute però maggiormente, pressoché giornalmente, è il peso corporeo, cioè il peso che il corpo di ognuno di noi possiede. A differenza del peso delle cose, quello corporeo è invece un qualcosa in continua evoluzione: basti pensare infatti all’aumento importante e costante del peso che si verifica da quando nasciamo fino all’età adulta. Il peso può successivamente restare più o meno costante o subire anche numerosissime variazioni durante tutto il corso della vita. In ogni caso il peso corporeo può variare sia nel breve periodo che nel corso degli anni: ad esempio il nostro peso diminuisce dopo una importante sudata, sicuramente come aumenta dopo una “abbuffata” a tavola: di solito si tratta di variazioni di peso di pochi chili e di durata breve in quanto il peso ritorna al suo valore precedente dopo aver rispettivamente bevuto e ritornati ad una normo-alimentazione. Altre volte il peso corporeo aumenta (o si riduce) nel corso del tempo, lentamente, attraverso un’alimentazione inadeguata (in senso quantitativo e/o qualitativo) rispetto all’attività fisica che si pratica: in questo caso il ritorno ad un peso “ideale”, attraverso la perdita (o l’aumento) di peso, non potrà che passare attraverso un lungo periodo di tempo. Inoltre esistono aumenti e perdite di peso legate a malattia: ma questo è un argomento di cui non parleremo. 

Ma con che cosa misuriamo con il peso? Il peso è misurato con la bilancia, strumento venduto in tante varietà che sono più o meno precise nella misurazione e possono avere anche costi molto diversi. La bilancia nella sua accezione più tradizionale è dotata di quel famoso ago (della bilancia) che vorremmo sempre indicasse lo stesso peso corporeo nel corso della vita e sicuramente non indicasse un peso in aumento. Con l’ago della bilancia molti hanno un rapporto conflittuale, quasi di odio: quello che la maggior parte delle persone desidera è vedere l’ago della bilancia “scendere” (o meglio indicare un peso in discesa o per lo meno stabile). Occorre però iniziare a rendersi conto che la bilancia misura il peso di tutto il nostro corpo, che in realtà non è costituito da materia inerte come le cose, ma di materia viva (organica) che può presentare variazioni quantitative (cioè di peso) sia nel breve che nel lungo termine. Queste variazione di peso non sono poi determinate da un solo fattore, ma da almeno tre componenti strutturali che insieme vanno a costruire il nostro organismo. Queste tre componenti possono variare di quantità, e quindi di peso, indipendentemente una dall’altra e quindi ognuna di queste può singolarmente determinare un aumento di peso: non solo il peso di un individuo può variare per l’aumento di ognuna di queste singole componenti, ma anche a causa dell’aumento di più di una di queste componenti e quindi dalla somma delle variazioni quantitative di ognuno di queste. Quali sono queste componenti?

Lo scopriremo e ne parleremo nel corso del prossimo articolo di domenica prossima.

Fulvio Fiorini

Specialista in Nefrologia

​Specialista in Sc. dell’Alimentazione

 

 

Articolo di Domenica 28 Febbraio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it