Condividi la notizia

FESTA DELLA DONNA

L’albero del cambiamento per celebrare l’8 marzo [VIDEO]

A Badia Polesine (Rovigo) la festa della donna è celebrata in modo sobrio e riflessivo con una bella idea ed un’esposizione in piazza Grani

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) - In occasione della festa della donna Pro Loco ha avuto una brillante idea, sobria ma efficace com’è stato sottolineato nei vari interventi delle ospiti presenti.

In pratica, in occasione della Giornata Internazionale della donna, da domenica 28 febbraio e fino al 14 marzo è stata allestita un’esposizione in piazza Grani, dove chiunque può fermarsi per ammirare i tazebao disposti attorno all’albero del cambiamento, con citazioni di grandi personaggi della cultura, nei quali è forte il richiamo alla ricorrenza ormai divenuta storica e sul significato di “rispetto della donna”.

Nella conferenza stampa di ieri sera, dopo il breve saluto introduttivo del presidente Giuseppe Romani, si sono susseguiti gli interventi della sua vice Elisa Larentis e delle autorevoli ospiti intervenute.

Ai presenti sono stati distribuiti dei fiocchi giallo-rossi a simboleggiare la ricorrenza (il tradizionale giallo mimosa simbolo italiano della celebrazione) e la violenza subita (il rosso) da tante, troppe donne. “Il fenomeno, per altro è drammaticamente aumentato con il lockdown pandemico” come ha sottolineato la consigliera regionale Simona Bisaglia che si è complimentata con gli organizzatori per l’iniziativa. Si è associata alle considerazioni anche l’onorevole Antonietta Giacometti, che ha ricordato come il peso maggiore della pandemia sia ricaduto anche in termini occupazionali sulle donne.

L’assessore Valeria Targa ha portato, con il saluto del Sindaco, il proprio contributo celebrativo, dichiarando il suo personale entusiasmo per l’idea così tenacemente portata avanti da Pro Loco, “… il cui ruolo è essenziale per Badia”, nonostante il Covid che non accenna a mollare la presa.

Presente alla conferenza stampa la consigliera Idana Casarotto e molte donne impegnate nel sociale e nell’economia locale.

Se la genesi della celebrazione è fatta risalite a una tragedia accaduta nel 1908, che avrebbe avuto come protagoniste le operaie dell'industria tessile Cotton di New York, per Pro Loco Badia, parlare di festa della donna in occasione dell’8 marzo è improprio e riduttivo. Per questo, con l’allestimento in piazza Grani, ha preferito proporre una riflessione sulle conquiste politiche, sociali, economiche del genere femminile, in un contesto per il quale dunque appare più corretto parlare di Giornata internazionale dei diritti della donna.

Ugo Mariano Brasioli

 

Articolo di Mercoledì 3 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it