Condividi la notizia

ANZIANI

Una scelta coraggiosa, nessun aumento delle rette

Nonostante tutte le difficoltà, la Casa Albergo di Lendinara (Rovigo) non aumenta le rette, con l’auspicio che vi siano interventi di sostegno da parte della Regione Veneto

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – Con una scelta coraggiosa e nonostante le difficoltà derivate dall’emergenza del Covid-19, il Consiglio di Amministrazione di Casa Albergo ha approvato il  Bilancio Economico Previsionale per il 2021 senza aumenti. Questo, come spiega in una nota ufficiale la presidente Tosca Sambinello, proprio in considerazione della pesante situazione che sta coinvolgendo le famiglie dei residenti ed il tessuto sociale territoriale.

“È una scelta coraggiosa ma ben ponderata, commenta la presidente, nonostante il bilancio di trovi in una situazione di certo non semplice perché l’impegno di Casa Albergo è quello di fornire una risposta ai bisogni del territorio, con costi sostenibili per gli utenti, mantenendo ferma la qualità del servizio”.

Tutto ciò è stato reso possibile, grazie ad alcune scelte effettuate nel tempo sia riguardo alle modalità di gestione dei servizi che alle modalità occupazionali, che hanno consentito anche nel bilancio previsionale 2021, di contenere le voci di principali spesa.

Naturalmente l’auspicio della numero uno è che vi siano interventi di sostegno da parte della Regione Veneto, per esempio aumentando le risorse per le Ipab ad oggi assolutamente insufficienti, anche per fornire un concreto sollievo alle famiglie oramai stremate da questa interminabile crisi.

“Le Istituzioni preposte, prosegue il comunicato, non devono lasciare affondare la macchina pubblica, accelerando i tempi dell’attesissima riforma delle Ipab, affinché le case di riposo diventino a tutti gli effetti centri di servizio alla persona, collocati all’interno del sistema pubblico territoriale”. Fondamentale secondo la Presidente è la partnership con il Comune di Lendinara, che è sempre stato a fianco di Casa Albergo anche nei momenti più difficili.

Resta inteso, però, che la sopravvivenza di realtà come l’istituto lendinarese orbita principalmente attorno alle impegnative di residenzialità, che sono la colonna portante dell’intero sistema.

Nel 2021 la Casa cercherà di riattivare tutta una serie di servizi complementari che possano risollevare il bilancio dell’Ente; primo fra tutti la ripresa degli accoglimenti, che sono stati bloccati durante i mesi più critici dell’emergenza del Covid-19. In sinergia col Comune l’Ente cercherà di riaffermare e rafforzare i percorsi della domiciliarità con il decollo dei servizi dell’ “Operatore di prossimità”, mentre si punterà all’attivazione dei nuovi servizi innovativi per la disabilità nell’ambito de “La Nostra Casa”.

L’impegno è di realizzare tutta una serie di interventi per l’adeguamento del complesso di Casa Albergo per Anziani, grazie ai finanziamenti regionali dei “Fondi di Rotazione”, non solo per risolvere problemi e criticità legati ad una struttura che necessita di una continua attività di manutenzione edilizia ed impiantistica (interventi di antisismica e antincendio), ma anche e soprattutto per migliorare il confort ed il benessere dei nostri residenti, con l’obiettivo di riorganizzare gli spazi della struttura, soprattutto quelli che, con la pandemia, hanno fatto rilevare i maggiori elementi di criticità.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Mercoledì 3 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it