Condividi la notizia

CORONAVIRUS

Campagna vaccinale: il grande supporto dei volontari

La Croce Blu di Gaiba (Rovigo) accompagna gratuitamente gli anziani del territorio che necessitano di raggiungere il centro vaccinale di Castelmassa

0
Succede a:

GAIBA (Rovigo) - L’associazione di volontariato “Croce Blu” di Gaiba è presente al centro vaccinale allestito nel mercato coperto di Castelmassa occupandosi dell’accettazione utenti che si sottopongono alla vaccinazione, verifica delle prenotazioni, indicazione del box preposto per la vaccinazione, controllo temperatura corporea e controllo sanitario del post vaccino. Marco Ottoboni, ringrazia sempre per la disponibilità i volontari di Croce Blu che ogni giorno prestano nella gestione dell’ordinario e dello straordinario. Volontari che in questi giorni trasportano gratuitamente gli abitanti di Gaiba che necessitano di raggiungere il centro vaccinale di Castelmassa. Croce Blu, infine, ha da qualche giorno riaperto la campagna di iscrizione per l’anno 2021.

Ci si potrà iscrivere chiamando il 0425710101 o il 3467714158 o inviando una mail a   croceblu.gaiba@libero.it . Il volontario in Croce Blu potrà scegliere se essere soccorritore in ambulanza, autista soccorritore in ambulanza, autista per trasporti sociali, autista per trasporto di sangue o occuparsi di attività di centralino e segreteria. I nuovi volontari riceveranno una copertura assicurativa gratuita e corsi di formazione e di aggiornamento in ambito sociale-sanitario. Il presidente, Ottoboni, lancia un appello per reclutare nuovi volontari per Croce Blu “Croce Blu negli anni – spiega - non è rimasta soltanto una sede funzionale alle esigenze del territorio ma è divenuta anche un punto di ritrovo per i volontari stessi. I nuovi volontari che vorranno avvicinarsi a questa associazione non devono preoccuparsi del tempo da investire perché non è nei nostri criteri vincolare chi vuole prestare aiuto. Il volontariato non è mai obbligatorio, deve essere qualcosa di spontaneo, prestato con il cuore e quando c’è tempo. C’è bisogno di persone, giovani e meno giovani, che abbiano voglia e prendano a cuore questo settore perché negli anni aumentano sempre di più le richieste di supporto, specialmente in ambito medico, assistenziale. La fascia di utenza si è allargata e sono aumentate e diversificate anche le esigenze di anno in anno. Prestare aiuto agli altri fa bene anche a se stessi, è una sorta di soddisfazione morale impagabile”. Il tempo libero, quindi, non è mai tempo perso se speso in un’associazione come Croce Blu. 

Articolo di Mercoledì 3 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it