Condividi la notizia

SALUTE PORTO VIRO

Porto Viro: la prevenzione su chiavetta usb

Versione ridotta, causa pandemia, della campagna di prevenzione “Il cuore motore della vita” organizzata dalla associazione “Amici del cuore” di Rovigo e giunta alla dodicesima edizione; consegnate nelle mani del dirigente scolastico mascherine

0
Succede a:
PORTO VIRO (Rovigo) - La campagna di prevenzione “il cuore motore della vita” organizzata dalla associazione “Amici del cuore” di Rovigo giunge, in versione ridotta a causa della pandemia, alla dodicesima edizione.

“A causa del Covid-19 non ci sarà possibile effettuare quest’anno – spiega la vicepresidente dell’associazione, Laura Quadretti - le tradizionali lezioni ai ragazzi in presenza. D’altro lato, l’idea di abbandonare il progetto non era accettabile. Quindi, abbiamo realizzato delle lezioni a distanza sulla prevenzione cardiovascolare contenute in una chiavetta Usb, che verrà consegnata agli insegnanti delle scuole coinvolte nel progetto”.

Si tratta di 3 interventi formativi tenuti da Loris Roncon e Maria Paola Galasso rispettivamente direttore e componente dello staff della cardiologia dell’ Ospedale “S. M. della Misericordia” di Rovigo, e da Laura Quadretti assieme a Pietro Martire, rispettivamente responsabile anche dell’area medica e medico cardiologo del presidio di Porto Viro. Il materiale è stato consegnato nei giorni scorsi al dirigente scolastico dell’istituto scolastico comprensivo di Porto Viro, Massimiliano Beltrame.

“Le chiavette che ho ricevuto - spiega Beltrame - saranno consegnate ai partecipanti al progetto. Si tratta di 17 classi della scuola secondaria i cui insegnanti di scienze hanno inserito la campagna all’interno dei percorsi di studio. Il tutto in un arco temporale che inizia oggi per terminare a giugno”. Il progetto “Il cuore motore della vita” è realizzato in collaborazione con l’ Ulss 5 Polesana, il V.o Ufficio scolastico territoriale di Padova e Rovigo, la struttura complessa di cardiologia dell’ospedale di Rovigo ed è sponsorizzato dalla casa di cura “Madonna della salute” di Porto Viro e dalla Fondazione Cariparo.

“Non abbiamo voluto rinunciare a causa del Covid-19 a quello che è diventato ormai un nostro appuntamento fisso con le scuole – spiega il presidente dell’associazione “Amici del cuore” di Rovigo, Carlo Piombo - anche per reagire positivamente alla pandemia. Accanto alla chiavetta, verranno distribuite ai ragazzi le mascherine con il logo dell’associazione e della casa di cura di Porto Viro. L’associazione ha inoltre provveduto all’acquisto, a favore della cardiologia dell’ospedale di Rovigo, di tre postazioni informatiche professionali per la realizzazione di videoconferenze”.

Dal canto suo, il presidio di Porto Viro si conferma anche in questa edizione nel ruolo di sostenitore dell’iniziativa. “L’esperienza nel corso degli anni è stata giudicata assai positivamente dai docenti e dagli stessi operatori sanitari impegnati nelle attività di formazione – ha ricordato l’Ad della casa di cura Stefano Mazzuccato – per questo abbiamo deciso di sostenere anche quest’anno il progetto che per noi rappresenta anche un segno della nostra presenza sul territorio”.
Articolo di Mercoledì 3 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it