Condividi la notizia

TRIBUNALE

Una vicenda non chiusa, l’ex Pm di Rovigo dovrà tornare  davanti alla disciplinare del Csm

L’Ex sostituto procuratore di Rovigo Davide Nalin dovrà tornare davanti alla disciplinare del Csm, accolto il ricorso presentato dal procuratore generale della Suprema Corte 

0
Succede a:

ROVIGO - L’inchiesta era nata dalla denuncia di una borsista della scuola Diritto e Scienza , quella balzata agli onori delle cronache per il “dress code”. La Procura di Piacenza aveva chiesto tre anni e quattro mesi, e un anno e quattro mesi per Davide Nalin, ma il Giudice ha ritenuto insussistenti le accuse.

Per Davide Nalin un doppio successo. Era già rientrato nella Magistratura dopo la sospensione, lo aveva deciso il Csm (LEGGI ARTICOLO). Attualmente Nalin è Giudice a Bologna, ed è bene ribadirlo, aveva sempre respinto ogni addebito con forza, affidandosi anche ad una lettera inviata al nostro giornale giudicando le accuse ”diffamanti, surreali ed inverosimili" (LEGGI ARTICOLO) 

Per la Sezione Disciplinare del Consiglio Superiore della Magistratura, Davide Nalin, aveva avuto una unica colpa, ovvero quella della partecipazione alla scuola. Una condanna di due anni di sospensione già espiata (sentenza non definitiva), ma non è finita.

L'ex Pm di Rovigo Davide Nalin dovrà tornare davanti alla disciplinare del Csm, nell'ambito del procedimento aperto nei suoi confronti quale stretto collaboratore di Francesco Bellomo, l'ex consigliere di Stato destituito. Le sezioni unite civili della Cassazione, in accoglimento del ricorso presentato dal procuratore generale della Suprema Corte e respingendo il ricorso di Nalin, hanno annullato con rinvio la sentenza con cui la disciplinare del Csm, lo scorso settembre, aveva sanzionato Nalin con la sospensione per due anni e il trasferimento a Bologna (LEGGI ARTICOLO) con funzioni di giudice per uno dei capi di incolpazione formulati nei suoi confronti, quello relativo alla partecipazione scientifica alla scuola diretta da Bellomo, ma lo aveva assolto "per essere rimasti esclusi gli addebiti" dal capo riguardante le sue condotte nei confronti delle allieve dei corsi.  

Articolo di Giovedì 4 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it