Condividi la notizia

ECCELLENZE

Dal Conservatorio a Rai Uno in studio con Loredana Bertè

Il Conservatorio di Rovigo si conferma ancora una volta un’istituzione accademica strettamente legata al contesto musicale contemporaneo, Pierluigi Mingotti e Stefano Cerisoli su Rai1

0
Succede a:
Stefano Cerisoli e nel riquadro Pierluigi Mingotti

ROVIGO - Due musicisti del Venezze di Rovigo saranno martedì 9 marzo su Raiuno in prima serata a fianco di Loredana Bertè nello speciale “Non sono una Signora” condotto da Alberto Matano, dedicato alla grande signora del rock italiano.

Il Conservatorio F. Venezze di Rovigo da alcuni anni ha ampliato la propria offerta formativa accademica con i corsi del dipartimento pop-rock che, insieme agli altri dipartimenti, rendono il Conservatorio di Rovigo una vera Istituzione di riferimento sul territorio nazionale, per la formazione musicale di alto livello.

Sono infatti centinaia gli allievi che da tutta Italia scelgono il Conservatorio Venezze per completare il proprio percorso accademico di studi musicali o per perfezionarlo se già professionisti.

E’ il caso di Stefano Cerisoli, classe '77 di Arezzo, chitarrista per Patti Pravo, Francesco Renga, Ron e Marco Masini, che da quest’anno frequenta il Biennio di Chitarra Pop di Rovigo, per confrontarsi, specializzarsi e completare il proprio profilo professionale, con un titolo accademico riconosciuto a livello ministeriale.

A condurlo a Rovigo è la collaborazione con Pierluigi Mingotti, docente di ruolo di basso elettrico pop-rock al Venezze, bassista in tour in tutto il mondo con Il Volo, Francesco Guccini, Loredana Bertè, Eumir Deodato, presente sulla scena musicale italiana e internazionale da oltre 30 anni.

I due musicisti, che da alcuni anni condividono il palco con Loredana Bertè in tour, saranno protagonisti insieme alla “Signora del Rock” martedì 9 marzo su Raiuno in prima serata, in occasione della puntata speciale del programma “A grande Richiesta” intitolato “Non sono una signora”, annunciato dalla stessa Bertè sul Palco dell’Ariston, interamente dedicato alla carriera e ai successi della cantante romana.

Il Conservatorio si conferma ancora una volta un’istituzione accademica strettamente legata al contesto musicale contemporaneo, rivolta non solo alla formazione dei giovani talenti ma anche al perfezionamento dei professionisti.

Articolo di Venerdì 5 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it