Condividi la notizia

COMUNE

Una nuova gara d'appalto per il servizio mensa

Il servizio mensa a Badia Polesine (Rovigo) è in convenzione con la società Cir Food e terminerà con l'anno scolastico in corso, lo ha annunciato l’assessore Valeria Targa

0
Succede a:
Valeria Targa

BADIA POLESINE (Rovigo) - Fra le altre questioni dedicate alla scuola, presentate dall'assessore Valeria Targa nell'ultimo consiglio comunale al momento di illustrare la propria relazione legata alle deleghe, tra le quali ricade quella all'Istruzione, è stata annunciata l’indizione di una nuova gara d'appalto per il servizio mensa.

Il servizio mensa, com’è noto, è in convenzione con la società Cir Food e terminerà con l'anno scolastico in corso, per cui come ha precisato l’Assessore, si sta predisponendo la nuova gara d'appalto.

Il servizio di trasporto scolastico per un costo di poco superiore ai 100mila euro è, invece, in gestione alla società Seaf bus di Montegrotto Terme e, in questo caso, il rapporto contrattuale si concluderà al termine dell'anno scolastico 2021-2022.

In merito alla gestione dell'asilo nido ‘I fiori più belli’, il personale è fornito dalla cooperativa Coopselios, con un contratto che si terminerà con l'anno scolastico 2022-2023 e comporta un costo annuo per le casse comunali di 115mila euro (spesa di 190mila euro, a fronte di un introito per versamento delle rette di circa 75mila).

Anche nel 2021, saranno mantenuti invariati i contributi per le scuole paritarie dell'infanzia Monsignor Berardo (9.500 euro) e associazione Giuseppina Fumagalli (23.500 euro), mentre continueranno ad essere garantiti i progetti scolastici attualmente cofinanziati dal Comune: la borsa di studio Teobaldo Rossi, il progetto dislessia, il progetto musicale Four, il progetto Scuola potenziata, il contributo all'Associazione famiglie per il servizio post scuola ed estivo (5.350 euro), il contributo per l'acquisto di materiale didattico e per il trasporto per uscite, il progetto di educativa domiciliare in contesti multiproblematici, realizzato in collaborazione l'Associazione famiglie (altri 3mila euro).

Da quest'anno sarà attivato un nuovo progetto di prevenzione primaria alla scuola dell'infanzia per individuare precocemente eventuali difficoltà dell'apprendimento del linguaggio scritto grazie a un contributo comunale di 650 euro. Infine, dal 15 febbraio il Comune ha messo a disposizione una sala all'interno dell'abbazia della Vangadizza per il progetto Terra di mezzo, un servizio dedicato agli adolescenti tra i 13 e i 21 anni, diretto a supportarli nei momenti di difficoltà.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Domenica 7 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it