Condividi la notizia

CALCIO INTERNAZIONALE

Francia, Inghilterra, Belgio: le tre nazionali in pole ad Euro 2020

Le gare del torneo interesseranno gli stadi di alcune delle principali città d'Europa, tra le quali Roma, Monaco di Baviera, Londra e San Pietroburgo. Dopo i Mondiali del 2018 sono parecchie le nazionali in cerca di riscatto, in primis l’Italia

0
Tra pochi mesi si svolgerà finalmente uno degli eventi calcistici e, in generale, sportivi più attesi degli ultimi anni. Stiamo parlando di Euro 2020, una competizione che ha attirato da subito l’attenzione dei media per il suo originale proposito di essere itinerante. A meno di cambi di programma dell’ultimo momento, infatti, le gare del torneo interesseranno gli stadi di alcune delle principali città del Vecchio Continente, tra le quali Roma, Monaco di Baviera, Londra e San Pietroburgo. Dopo i Mondiali del 2018 sono parecchie le nazionali in cerca di riscatto. In primis l’Italia, che in Russia non ci era nemmeno arrivata.

La Francia è campione del mondo e vice-campione d’Europa in carica. Nella precedente edizione degli Europei i transalpini si arresero ai tempi supplementari della finale contro il Portogallo, rimasto orfano di Cristiano Ronaldo. I “Bleus” vantano ancora oggi elementi di tutto rispetto che compongono una rosa temibile. Tra tutti spicca indubbiamente Kylian Mbappé, stella del Paris Saint-Germain, considerato tra i giocatori migliori in tutto il globo a soli 20 anni. Tra i convocati degli ultimi tempi figura anche un altro nome interessante: quello di Marcus Thuram, figlio di Lilian, attaccante. La Francia, però, non è stata molto fortunata nel sorteggio dei gironi: Germania, Portogallo e Ungheria saranno le avversarie del gruppo F.

L’Inghilterra, invece, conserva ancora il ricordo della clamorosa eliminazione per mano dell’Islanda ad Euro 2016. Nei successivi Mondiali, invece, è arrivato un bel quarto posto. La Nazionale dei “Tre Leoni” è nota per essere piuttosto sfortunata nelle competizioni che più contano. La bacheca inglese non è certo delle più ricche in circolazione. Eppure, c’è qualche campione sul quale poter fare sicuro affidamento: basti pensare ad Harry Kane. Anche Marcus Rashford si sta facendo valere. La sorpresa potrebbe essere rappresentata dal nuovo pupillo di Ancelotti Calvert-Lewin, che sta facendo le fortune dell’Everton. Chissà che non sia questa la volta buona per rimpolpare il palmarès dopo il Mondiale del ’66.

Occhio anche al Belgio. Si tratta di una Nazionale che annovera tantissimi giocatori che hanno maturato una grande esperienza sui principali palcoscenici continentali. La tradizione di questa squadra negli Europei è molto povera, ma la storia è destinata a cambiare. Mertens & co. sono arrivati al terzo posto all’ultimo Mondiale e sono completi in tutti i reparti. Forse saranno proprio loro i principali rivali della Francia, considerata ab imis la favorita assoluta per la conquista del titolo.

Le partite tra Nazionali presentano sempre una trama diversa rispetto agli incontri tra club. Ad affrontarsi sono infatti squadre poco abituate a giocare insieme. Insomma, spesso si ritrovano insieme calciatori che non hanno mai volto più di un paio di allenamenti in gruppo, se si pensa che alcuni convocati potrebbero finire nel giro di una Nazionale a ridosso di una competizione. Un esempio può essere rappresentato dal caso di Giaccherini nel 2012. Il palinsesto delle quote sulle scommesse live potrebbero fornire qualche informazione curiosa sul comportamento di formazioni tanto accorte, che non scendono in campo solo per esprimere calcio, ma anche per il prestigio di rappresentare un Paese. Per questa ragione i pronostici su tornei di questo tipo risultano sempre molto complicati.
 
Articolo di Lunedì 22 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it