Condividi la notizia

SANITA’

Raro intervento al femore per una anziana signora di 106 anni

Dopo l’intervento la signora di 106 anni di Ficarolo (Rovigo) è stata anche vaccinata contro il Covid-19, ed è tornata a casa sulle sue gambe grazie al reparto di Ortopedia e traumatologia dell’Ulss 5 Polesana

0
Succede a:

ROVIGO - Teresa Luppi ha 106 anni, adesso sta bene ed è tornata a casa sulle sue gambe. Il gioco di parole è d’obbligo per una anziana signora di ben 106 primavere, residente a Ficarolo, che a causa di un incidente domestico, si è rotta il femore. L’anziana signora è stata sottoposta a intervento chirurgico nell’unità operativa complessa di ortopedia e traumatologia dell’ospedale di Rovigo. L’intervento, guidato dal primario Paolo Friemel, è perfettamente riuscito, tanto che a pochi giorni dall’operazione l’anziana ha ripreso la riabilitazione, prima guadagnando la capacità di rimanere seduta poi di alzarsi in piedi e camminare. “Il decorso post operatorio è stato privo di complicanze, la signora è stata dimessa senza problemi” spiega il Direttore  della divisione .

A pochi giorni dall’operazione, Teresa Luppi ha ricominciato a essere sistemata in posizione seduta e come prevede la normativa vigente, sottoposta anche, ricevutone il consenso, a vaccinazione anti Covid 19. Terminate le cure necessarie, prive di complicanze, è stata dimessa lo scorso 13 marzo. Il direttore della Uoc,  Paolo Friemel commenta “Dovrà attendere qualche settimana per poter iniziare a camminare speditamente ma sicuramente la sua forte fibra e forza di volontà, dimostrata nell’affrontare l’intervento, fanno ben sperare. Nella nostra azienda, questo è il primo intervento ortopedico svoltosi in un paziente così anziano”.

La frattura del femore è riscontrabile nei soggetti di qualsiasi età: mentre nei più giovani (età  40 anni) queste lesioni, sono collegate principalmente a traumi ad elevata energia, invece nella popolazione più anziana è sufficiente anche una semplice caduta per causare la frattura del femore. In generale si riscontrano picchi di incidenza nelle donne anziane: ogni anno in Italia più di 60.000 donne e 15.000 uomini (dai 45 anni in su) si fratturano il femore, in particolare, a partire dai 75 anni diventa drammatico, con numeri più alti. Solo il 30-40% riacquista una autonomia compatibile con le precedenti attività della vita quotidiana.

“Ogni intervento individualizzato che ben riesce quando rivolto alla popolazione più anziana e fragile, rappresenta sempre un buon risultato e rimarca la precisa volontà di porre la massima attenzione in questa fascia di popolazione” afferma il direttore generale dell’Ulss 5 Polesana, Patrizia Simionato.

Articolo di Giovedì 25 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it