Condividi la notizia

CORONAVIRUS E VACCINI

Effetto "ingresso discoteca" al punto vaccinale in ospedale a Trecenta

Niente da fare, l'organizzazione del sistema a chiamata, con orari non rispettati, non funziona. Ancora code ed assembramenti al Covid Hospital di Trecenta e chiamata, nuovamente, ai Carabinieri

0
Succede a:
TRECENTA (Rovigo) - Sono intervenuti in borghese, relazionandosi con i volontari e i tanti utenti del punto vaccinale dell'Ulss 5 Polesana allestito al Covid Hospital di Trecenta, invitando al rispetto del distanziamento, cercando di evitare assembramenti ed invitando alla ordinata pazienza, i Carabinieri, nuovamente chiamati (LEGGI ARTICOLO) da qualche utente spazientito e preoccupato per la situazione.

Succede ancora, code ed intasamenti, in attesa di ricevere il vaccino anti Covid-19, situazioni di difficile gestione se, come rivelato da alcuni presenti, sono stati convocati 250 pazienti ultraottantenni e, quasi, altrettanti accompagnatori, in un lasso di tempo di 90 min.
Da qualche giorno poi, anche gli accompagnatori possono ricevere il vaccino, e sarebbe sciocco non approfittarne, visto che sono a stretto contatto con l'anziano, e quindi, inevitabilmente i tempi si dilatano.


"A Trecenta non si sono mai visti i nostri consiglieri regionali - afferma Luca Bellotti, trecentano doc, guarito dal Covid-19, che ha già denunciato le disavventure, e le preoccupazioni, avute per ottenere il vaccino all'anziana madre - e sì che delle due consigliere leghiste, una è pure di Trecenta. Non gliene faccio una colpa, visto che nemmeno il presidente Luca Zaia sembra preoccuparsi più di tanto della situazione.
Solo qualche timida scusa, quelle del presidente (LEGGI ARTICOLO) e quelle del direttore generale dell'Ulss (LEGGI ARTICOLO), ma poi l'organizzazione è in mano solo ed esclusivamente ai volontari,
che fanno quello che possono, con le dotazioni che hanno.
Ho chiesto una sedia a rotelle, mi è stata data dopo un po', ma mi è anche stato detto che ne hanno a disposione 9 o 10. E' normale? in un pomeriggio dove inviti 250 anziani?

Non posso che dire Grazie ai volontari della associazione Carabinieri, alla Protezione Civile, alla Croce Rossa, mi scuso se non riconosco tutti i gruppi, ma manca completamente l'impostazione organizzativa dell'Ulss in tutto questo.

Vogliono lavarsene le mani? Va bene, ne prendo atto. Possono trasformare il punto vaccinale facilmente in un servizio ad accesso libero, basta tenerlo sempre aperto. Passo, vedo se non c'è troppa coda, leggi: pericolo di contagio, e decido se fermarmi ad aspettare o se tornare più tardi. Ma se arrivo su chiamata, dopo che aspetto giorni, non posso pensare di rischiare di tornare a casa con il Covid-19 contratto mentre ero in attesa del vaccino, per oltre 1 ora, al Covid Hospital di Trecenta" conclude l'ex parlamentare altopolesano Luca Bellotti.
Articolo di Sabato 27 Marzo 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it