Condividi la notizia

RIFIUTI STATALE 434

2.780 chili di rifiuti raccolti in una sola piazzola in Transpolesana

Quasi tre tonnellate di rifiuti raccolti in una delle piazzole della Transpolesana a Giacciano con Baruchella (Rovigo). Trombini: “Urgente chiudere l’accordo e nuove strategie per evitare gli abbandoni”

0
Succede a:

GIACCIANO CON BARUCHELLA (Rovigo) - Un “antipasto” di quasi tre tonnellate. Sono stati ben 2.780, infatti, i chili di rifiuti che sono stati raccolti nella pulizia di una sola delle piazzole di sosta della Transpolesana, gestita da Anas, quella nella corsia in direzione Verona, al chilometro 54, che ricade nel territorio di Giacciano con Baruchella. Un intervento di raccolta di rifiuti che è stato eseguito da Ecoambiente, al di fuori della convenzione, ancora non ratificata, fra Anas, proprietaria dell’infrastruttura, ed i Comuni della provincia di Rovigo che ne sono attraversati. La convenzione, tuttavia, è in dirittura di arrivo dopo le difficoltà incontrate nel raggiungere un accordo con la proprietà della Statale, ovvero Anas, che contribuirà per il 50% delle spese. I Comuni interessati, invece, sono Rovigo, Arquà, Villamarzana, Fratta, San Bellino, Castelguglielmo, Canda, Badia e Giacciano con Baruchella.

È proprio il Comune di Giacciano il capofila dell'accordo, che prevede l'assegnazione del servizio di raccolta di rifiuti sulla Statale 434 alla partecipata Ecoambiente. L'intervento di rimozione di giorni scorsi ne è stata una sorta di anticipazione, perché si è resa necessaria la pulizia in vista di un intervento di asfaltatura del tratto in cui sorge anche la piazzola, dove erano accumulata un'enorme quantità di rifiuti, con una sorta di vera e propria discarica a cielo aperto nella scarpata sottostante. Il servizio è stato svolto in accordo diretto con Anas e la ditta esecutrice dei lavori e dimostra la necessità di chiudere rapidamente la convenzione per porre un freno ad una vera e propria piaga ambientale.

Gli operatori di Ecoambiente, che sono intervenuti utilizzando anche un mezzo con un braccio meccanico, hanno raccolto di tutto, dai rifiuti plastici ai mobili, dalle cassette di frutta ai sacchi di spazzatura.  “La quantità di rifiuti che è stata raccolta – sottolinea il presidente di Ecoambiente Marco Trombini – è stata davvero impressionante. E deve far riflettere su come il nostro territorio abbia bisogno di essere ancora più protetto. L'obiettivo è quello di arrivare il prima possibile a chiudere l'accordo per la pulizia della Transpolesana e provvedere in tempi rapidi a pulire tutto, in modo da non incentivare il continuo deposito. Perché in presenza di rifiuti purtroppo è più facile che ne vengano buttati altri, mentre magari, quando è tutto pulito, qualcuno ci sta più attento. In questo momento, con l'apertura del polo logistico di Amazon oltre a quello di Geodis, il traffico di mezzi pesanti si è fra l’altro intensificato. I Comuni attraversati, quindi, si trovano a sostenere impatti anche dal punto di vista dei rifiuti, non certo per loro imperizia. È una situazione che rasenta l'emergenza, per questo servono nuove strategie. Invito i cittadini stessi non solo a tenere sempre comportamenti corretti nel conferire i rifiuti, ma anche a segnalare subito chi venga visto ad abbandonarli indiscriminatamente. Faccio appello al senso civico dei polesani ed all’attaccamento alla nostra terra, per evitare che venga deturpata a spese di tutti”.

Articolo di Venerdì 2 Aprile 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it