Condividi la notizia

TRADIZIONI

Un grande classico che non passa mai di moda

La Pro Loco Caligo di Stienta (Rovigo) ha riproposto ai bambini un grande classico stientese: la pinza alla munara

0
Succede a:

STIENTA (Rovigo) – Pro Loco e Associazione Caligo si sono fatte custodi della tutela delle locali tradizioni riproponendo, anche in tempo di pandemia, la promozione della “Pinza alla Munara”: “un grande classico che non passa mai di moda”, prodotto tipico stientese per eccellenza.

Si tratta di un prodotto della cucina povera, ideato chissà da chi, quando un tempo era indispensabile utilizzare ogni singolo avanzo e la fantasia nel cercare di sopravvivere con quel poco che si aveva a disposizione era la regola. Stienta, dove si svolge una festa annuale in suo onore, ne è diventata la culla.

Per questo, il Direttivo della Pro loco Caligo insieme alla scuola dell'infanzia Sacra Famiglia, ha accettato l'invito a partecipare al concorso del tema “Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico culturale Veneto” organizzato da Unpli Veneto, lanciando l’dea alle maestre che hanno messo in scena “Am fèt la pinza”.

Naturalmente, in periodo Covid, il coinvolgimento è stato limitato ad un piccolo gruppo di bambini, ma la programmazione a scuola prevedrà futuri laboratori e momenti legati al lavoro che coinvolgerà tutti. La sinergia messa in campo tra associazione e scuola è stata un successo. I dialoghi, completamente in dialetto, sono stati tradotti dalla Pro loco Caligo mentre i bambini sono stati aiutati dalle maestre, col coinvolgimento  delle loro famiglie. I costumi sono stati realizzati da Teresa, mentre il lavoro burocratico è stato fatto dalla segreteria della scuola e dal segretario della Pro loco.

“Il lavoro più grande, però, l’hanno fatto Gaia, Jean, Federico, Martina e Sofia, che hanno interpretato una famiglia degli anni ’50” hanno spiegato le maestre. Ciascuno ha riproposto la pinza alla munara, raccontando la sua storia e la sua tradizione. Tutto è stato riproposto  in in una straordinaria location: la villa Stampanoni di Gaiba, di proprietà della famiglia Ottoboni- Resca. 

Esperienza bellissima per la scuola e per l'associazione, ottimo lavoro di squadra premiato Il 25 marzo nell’ambito del Festival Popolo Veneto nel quale si inseriva il concorso. Auspicando che la collaborazione tra Pro loco e scuola dell'infanzia possa continuare,  le insegnanti ringraziamo il presidente della scuola don Giancarlo Berti e il presidente della Pro loco Cristian Tenani per il sostegno e la disponibilità dimostrata per la realizzazione del progetto.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Martedì 6 Aprile 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it