Condividi la notizia

L’ANNIVERSARIO

Un serie di eventi per il 70° dell'esondazione del fiume Po

Una via o una targa in onore del professor Vittorino Vicentini, e tre borse di studio per gli alunni della Scuola Secondaria di Arquà Polesine (Rovigo), questa l’idea dell’associazione Polesine

0
Succede a:

ARQUA’ POLESINE (Rovigo) - Polesani “Libera Associazione Culturale" raccoglie in Regione Lombardia molti polesani, ha deciso di ricordare ad Arquà Polesine il 70° della rotta del Po, 14 novembre 1951.

Diverse le iniziative in programma e altre sono allo studio.

La prima riguarda la figura di un uomo di cultura, insegnante e preside alla Scuola Media di Arquà, il professor Vittorino Vicentini. Celebri ancora oggi i suoi scatti fotografici realizzati durante e dopo l’alluvione, accompagnati da intelligenti e a volte ironici commenti.

“Abbiamo chiesto alla Civica Amministrazione - spiega il coordinatore dell’associazione Luigi Roberto Barion - di intitolare una via o in subordine una targa marmorea che ne ricordi nel tempo la figura del concittadino”.

Altra iniziativa, in accordo con i Dirigenti Scolastici, riguarda l’assegnazione di tre borse di studio ai ragazzi della Scuola Secondaria di primo grado per una ricerca inerente l’alluvione del ’51.

Sono poi in corso trattative per portare ad Arquà una importante opera pittorica, un tempo proprietà della Chiesa Matrice, che sarà esposta in occasione delle celebrazioni.

Sarà poi ospite in paese la fanfara dei Bersaglieri S. Ten. Angelo Vidoletti Medaglia d’Oro in occasione della giornata celebrativa, presumibilmente in una domenica tra ottobre e novembre.

“Abbiamo chiesto alla Civica Amministrazione la collaborazione ed il patrocinio e siamo fiduciosi dell’accoglimento”.

                                                                                                             

Articolo di Venerdì 16 Aprile 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it