Condividi la notizia

BIBLIOTECA CEREGNANO

Achille Ferrari ha raccontato "il mio Matteotti" in videoconferenza a Ceregnano

Dopo un attacco hacker evitato da Lydia Rigotto della biblioteca di Ceregnano (Rovigo) è stata numerosa la partecipazione per questo evento culturale

0
Succede a:
CEREGNANO (Rovigo) - Solo mezz'ora di ritardo per colpa di un attacco haker prontamente arginato da Lydia Rigotto del Comitato per la Biblioteca di Ceregnano e Achille Ferrari, cimentandosi con la sua risaputa maestria sul palcoscenico virtuale di Google Meet, ha potuto portare a termine il Recital su Matteotti, scritto appositamente per il Comitato per il gemellaggio Ceregnano: Cercogem.

Dopo il saluto di Ivo Zambello, del Comitato per il Gemmellagio di Ceregnano, circa trenta persone in assoluto silenzio, incollate: chi allo schermo del tablet, chi del PC o dello smartphone, hanno ascoltato le tappe importanti della vita del martire polesano a partire, a 14 anni, dalla sua prima iscrizione al partito socialista, la fondazione della prima camera del lavoro, i suoi discorsi per la pace, e il conseguente confino in Sicilia ed in altre località.

Achille Ferrari, nel suo racconto “Il mio Matteotti” - con testi originali elaborati da lui stesso - riesce a esaltare i sentimenti, le determinazioni, le paure del giovane Matteotti intrecciandole coi momenti più sereni della sua vita famigliare presto funestate dalla necessità della lontananza al fine di preservare i suoi cari dalle azioni squadriste.

La serata è terminata con un saluto ed un ringraziamento da parte della presidente del Comitato di gestione della biblioteca, Lydia Rigotto, e del presidente di Cer.Co.Gem Mirko Bolzoni, ad Achille Ferrari.Il predidente di Cer.Co.Gem ha anche sottolineato come presentare la straordinaria quanto triste storia di Matteotti sia il modo per celebrare, da parte delle due associazioni, la giornata che ricorda la liberazione dal Nazifasascismo e il suo profondo significato a qualche giorno dal 25 Aprile.

L'attualità di Matteotti, e la paura che si ha della sua figura, è dimostratata anche dal vile attacco subito durante la serata. I vecchi fascimi e i nuovi hanno in comune la viltà: il favore delle tenebre delle squadre fasciste, allora, l'anonimato di haker oggi. Nelle prossime ore il fatto sarà segnalato alla Polizia
Articolo di Sabato 17 Aprile 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it