Condividi la notizia

CSA PAPOZZE

Piermarino Veronese: "Da anni che chiedo si relazioni sulla Opera Pia Bottoni. Intervenga la Regione"

Il consigliere comunale Piermarino Veronese commenta la situazione del Csa di Papozze, con il Cda e Amministrazione Comunale in continuo silenzio sull'argomento (Rovigo)

0
Succede a:
PAPOZZE (Rovigo) - Continuano le richieste di delucidazione sulla situazione del Csa di Papozze che, ad oggi, perderà sia il direttore Mauro Badiale (LEGGI ARTICOLO), sia la cooperativa che gestisce 18 operatori socio sanitari e 6 addetti alle pulizie (LEGGI ARTICOLO). Dopo la presa si posizione della consigliera comunale Federica Bergo (LEGGI ARTICOLO), arriva anche quella di un veterano del consiglio comunale di Papozze, ossia il consigliere comunale Piermarino Veronese. 

Da ricordare che nella serata di giovedì 23 aprile si è svolto un incontro tra il sindaco Pierluigi Mosca (senza il presidente del Csa Diego Guolo) e la minoranza composta da Federica Bergo, Piermarino Veronese e Silvia Ferro, nel quale sembra non siano sorte particolari novità rispetto a quanto fino ad ora conosciuto. "Per anni ho chiesto di relazione sulla situazione della struttura socio sanitaria - spiega il consigliere comunale Piermarino Veronese - ma il Cda non si è mai presentato in consiglio comunale, nè tanto meno il sindaco Pierluigi Mosca a accolto la mia richiesta". 

"Inoltre vorrei sottolineare che ho chiesto spiegazioni anche a quella che oggi è assessore del comune di Papozze, Chiara Mancin, ma che fino a giugno 2019 era segretario - direttore della casa di riposo di Papozze, quindi con determinate responsabilità". Da sottolineare infatti che, se è vero che il presidente del Csa dal 2016 è Diego Guolo (ex sindaco di Papozze per 10 anni) succeduto a Paolo Dall'Occo, prima dell'arrivo di Mauro Badiale, il datore di lavoro dell'Opera Pia Bottoni era Chiara Mancin, che lasciò il proprio posto lavorativo per raggiunta età di pensione nel giugno 2019. 

"La situazione che sta vivendo l'Opera Pia Bottoni è veramente difficile ed è giusto fare chiarezza a tutti i costi, per capire il futuro di questa struttura, che è stato sempre un vanto per il comune di Papozze". "Inoltre vorrei specificare che la nostra consigliere in Cda, Claudia Gaffarella, non viene avvisata di nulla sulla questione; una grave mancanza da parte della maggioranza del Cda". 

Concludendo: "Chiedo l'intervento della Regione Veneto in questa situazione veramente disastrosa, con un'ente che si trova con buona parte del personale in meno e senza un direttore". Insomma si continua con la richiesta di spiegazioni e relazione del Cda dell'Opera Pia Bottoni sulla situazione odierna, che ancora non arriva. 
Articolo di Sabato 24 Aprile 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it