Condividi la notizia

25 APRILE

Per comprendere il presente è necessario capire il passato

A Castelmassa (Rovigo) celebrato il 25 aprile davanti monumento ai caduti di tutte le guerre

0
Succede a:

CASTELMASSA (Rovigo) - Il 76° anniversario del 25 aprile è stato tradizionalmente celebrato davanti al monumento ai caduti di tutte le guerre a Castelmassa, con lo sfondo della residenza municipale. Ha tenuto il discorso di rito il sindaco Luigi Petrella alla presenza delle autorità religiose, militari e associazionistiche locali, rispettando le attuali norme antipandemiche.

Il primo cittadino massese ha osservato che la Liberazione significa la redenzione "dell'Italia dalla tirannia nazifascista, una giornata di festa in quanto il nostro Paese è rinato nel segno dei valori repubblicani e costituzionali, vivi oggi più che mai.

Siamo ancora in guerra, un conflitto silenzioso che ha fatto migliaia di vittime e portato un dissesto socio-economico senza pari. Si deve essere tutti solidali con i cittadini colpiti dal covid-19, ed essere grati ai tanti che si impegnano a vario titolo contro la pandemia onde far risorgere il Paese, un nuovo XXV aprile. Per liberarci dalla pandemia dobbiamo ricordare il nostro passato e le vittime della barbarie dittatoriale, le nostre radici. Per comprendere il presente è necessario capire il passato.

C'è un attacco sistematico e globale alla civiltà occidentale ma si deve rispondere con rigore nel segno della democrazia, della solidarietà, della giustizia sociale. Non si abbia paura delle cicliche migrazioni da affrontare con spirito solidale nel segno Ue, quell'Ue di cui si è parte integrante; l'Italia rinascerà solo stando in Europa, quell'Europa che si è dimostrata sinora lenta e tarda, vedi la carenza di vaccini anticovid.

L'emergenza sanitaria si vince insieme, anche per rendere onore a tutti quegli italiani e quelle italiane che sono morti nel 1943-45”.

 

 

 

Articolo di Domenica 25 Aprile 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it