Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

L’incrocio del Bornio sarà messo in sicurezza

Opere pubbliche Lendinara (Rovigo): Approvati il Piano delle alienazioni, lo schema di accordo per la rotatoria e l’anello del pattinaggio

1
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) – Il Consiglio comunale, nell’interminabile seduta del 16 aprile scorso, ha preso decisioni importanti in tema di opere pubbliche.

È stato approvato lo schema di accordo per la realizzazione di una rotatoria tra la strada regionale 88 “Rodigina”e la strada provinciale 18 Villanova del Ghebbo - Lusia. Accordo che prevede un impegno di 50mila euro su un valore complessivo di 500.900 da parte di Lendinara per la compartecipazione alla realizzazione fatta dal Comune di Villanova del Ghebbo. La Società Veneto Strade ha anche autorizzato i tre Comuni coinvolti (Villanova del Ghebbo, Lusia e Lendinara), ad utilizzare parte della quota a loro spettante delle entrate derivanti dalle sanzioni del codice della strada, per il finanziamento di quest’opera. La rotatoria ha come obiettivo il miglioramento della viabilità e della sicurezza all’incrocio del Bornio. Lo schema di accordo tra la Regione Veneto, la Società VenetoStrade Spa ed i tre Comuni, prevede che ciascuno dei tre intervengano con le proprie risorse di bilancio.

Nella stessa seduta il Consiglio comunale, in allegato al bilancio di previsione, ha approvato il Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari. Sono in tutto dieci gli immobili inseriti che, come ha spiegato l’assessore al Bilancio Guglielmo Ferrarese, vengono classificati come patrimonio disponibile. C’è una nuova area in via D. Alighieri al Bacinello, valutata 11.765 euro, ma anche una alle ex scuole elementari di Saguedo, valutata 180mila euro, a Valdentro e ed Arzarello, 70mila euro. Nella disponibilità c’è anche l’alloggio del custode della scuola elementare di Ramodipalo per 38mila euro e quattro alloggi in piazza a Saguedo, due dei quali valutati ciascuno 25.750 euro, uno 27mila e il quarto per 65mila euro.

Sull’argomento il consigliere di minoranza Alessandro Ferlin è intervenuto chiedendo chiarimenti in merito alla nuova area di via D. Alighieri e agli edifici residenziali, richiamando il piano per l’alienazione di aree di verde pubblico preparato dall’assessore Valentini poi ritirato dalla maggioranza. Ferlin ha chiesto se non sarebbe stato utile inserire anche altre aree che avrebbero potuto essere cedute aumentando gli introiti.

Gli ha risposto il sindaco Luigi Viaro, precisando come la destinazione d’uso di quell’area non è di verde pubblico ma residuale per un intervento residenziale in zona urbanizzata semiperiferica, per cui è possibile metterla in alienazione.  Altre aree di verde pubblico saranno invece inserite prossimamente nel piano degli interventi e poi in quello delle alienazioni.

Dopo un primo esame del progetto di fattibilità tecnica ed economica, tornerà invece sul tavolo della commissione consiliare competente il progetto per la realizzazione di un tracciato ad anello asfaltato dedicato alla pratica del pattinaggio corsa, che comprende anche la riqualificazione di piazzale Martiri di Marcinelle. Diversamente dal progetto preliminare presentato nel 2018 da Roller Club Lendinara ubicato accanto al palazzetto dello sport, progetto comunale, a causa dei molti vincoli esistenti su quell'area, ipotizza invece di realizzare l'anello nel piazzale asfaltato attualmente dotato di canestri per partitelle di basket, utilizzato per esercitazioni di scuola guida e per il luna park durante i periodi fieristici. Il progetto ora torna all’esame della competente commissione per le Politiche per il territorio.
Il consigliere comunale Gino Zatta, delegato a seguire l'operazione per il Parco dello Sport col riordino e completamento degli impianti sportivi, nel suo intervento ha spiegato che si tratterebbe di riasfaltare e riqualificare l'area realizzandovi un tracciato ad anello di 200 metri, largo 6 metri che a suo parere accoglierebbe le specifiche indicate dal Roller Club nello studio di fattibilità. La spesa è stimata in 250mila euro perché include la sistemazione di tutti i piazzali in asfalto, la riorganizzazione e la sistemazione dei parcheggi a servizio delle aree sportive e la sistemazione dei marciapiedi. Per dotare eventualmente l'anello di illuminazione servirebbero altri 100mila euro. L'argomento sarà trattato dalla seconda commissione, per le valutazioni del caso.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Mercoledì 28 Aprile 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it