Condividi la notizia

INIZIATIVE

L’obiettivo della campagna è di raggiungere tutti i comuni d’Italia [VIDEO]

Stienta è il primo comune della provincia di Rovigo che aderisce alla campagna “Io rispetto il Ciclista”

0
Succede a:

STIENTA (Rovigo) – Sabato 8 maggio la scrittrice-ciclista Paola Gianotti, “…la donna più veloce al mondo”, detentrice di quattro Guinness World Record, nota anche per aver circumnavigato il globo in bici, è stata accolta dal sindaco Enrico Ferrarese con la sua Giunta per l’inaugurazione della cartellonistica che fa di Stienta il primo comune della Provincia di Rovigo ad aver aderito alla campagna “Io rispetto il Ciclista” (LEGGI ARTICOLO).

“È un’iniziativa che ci permette di spostare l’attenzione sul problema del rispetto dei più fragili, ha esordito il Sindaco nel suo discorso di benvenuto, e sulla strada pedoni e ciclisti lo sono”. Nel caso specifico, apprezzare la libertà che dona la bicicletta deve essere coniugata alla sicurezza e la finalità legata all’iniziativa è di promuovere un utilizzo più consapevole delle strade.

Nel suo tour verso Ostiglia, la Giannotti ha colto l’occasione per ringraziare l’Amministrazione Stientese per l’accoglienza ricevuta e per la sensibilità dimostrata su sul tema della sicurezza dei ciclisti: “… un’attenzione nient’affatto scontata”.

Sono cinque i cartelli che sono stati apposti in bella vista nei pressi delle vie d’accesso al paese, in particolare due sulla regionale “Eridania”, una strada molto trafficata e perciò pericolosa, uno sulla provinciale che da Badia Polesine immette in via Maffei e due sulla sommità arginale del Po, ai confini con Gaiba e Occhiobello.

Col Sindaco, ad accogliere la carovana della scrittrice-ciclista e Cristina Doimo che ha gestito il tutto, c’erano l’assessore Marco Franchi con i consiglieri Lorella Trotto e Mauro Furini. Assente invece l’ideatore dell’iniziativa stientese Mauro Galetto, perché impegnato in serie A come guardalinee.

Mentre la normativa è ancora in fase di convalidazione, Paola nel 2018 che nel 2019 ha percorso tutte le tappe del Giro d’Italia il giorno prima dei professionisti per portare avanti la campagna di sensibilizzazione, oltre che a pedalare, nel 2020, per le strade del Giro del Piemonte e di quello della Toscana, coinvolgendo molte amministrazioni comunali.

La campagna di sensibilizzazione della sicurezza sulla strada, portata avanti da Paola Gianotti con Maurizio Fondriest e Marco Cavorso (che ha perduto un figlio tredicenne travolto da un’automobile), insieme all’Accpi, l’associazione corridori ciclisti professionisti italiani, è nata per promuovere la cultura del rispetto reciproco sulla strada. “Il nostro vuol essere un invito agli automobilisti a mantenere una distanza minima di rispetto verso i ciclisti, soprattutto in fase di sorpasso” ha sottolineato la Giannotti. Fin qui sono 250 i Comuni che hanno aderito con l’installazione dei cartelli, in Polesine Stienta è stato il primo. L’obiettivo della campagna è di raggiungere tutti i comuni d’Italia.

Prima del commiato, con la promessa di ritornare, Paola Gianotti ha siglato con un pennarello indelebile il cartello che da Ferrara porta a Stienta.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Lunedì 10 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it