Condividi la notizia

POLITICA LENDINARA

Il sindaco Viaro silura l'assessore Lorenzo Valentini. Fratelli d'Italia fuori dalla giunta

Il terremoto della disgregazione di Icm produce le prime conseguenze a Lendinara. Fratelli d'Italia perde l'assessore e tutti i gruppi ottengono rappresentanza in giunta

0
Succede a:
LENDINARA (Rovigo) - Alla fine il sindaco Luigi Viaro ha dovuto sottostare alle richieste dei nuovi gruppi consiliari, mettendo mano pesantemente alla propria giunta, anche se in molti considerano il primo cittadino il dominus di una apparente crisi di maggioranza, risolta nella riorganizzazione dei consiglieri ex Icm, tanto che lo stesso Viaro non ha mai parlato di "crisi", ma piuttosto di normale dialettica (LEGGI ARTICOLO), salvo poi addurre alla riorganizzazione di maggioranza la scelta di mettere mano all'esecutivo comunale. Fuori l'assessore Lorenzo Valentini (458 preferenze), revocato lunedì 10 maggio, entra il consigliere Gino Zatta (212 preferenze), proprio ai lavori pubblici come più volte richiesto dal gruppo (LEGGI ARTICOLO), ma anche all'informatizzazione ed alla videosorveglianza, e Lorenza Masiero (198 preferenze) all'associazionismo, volontariato, politiche giovanili, terzo settore, agricoltura, commercio, iniziative promozionali.

Confermati il vicesindaco Guglielmo ferrarese, l'assessore Francesca Zeggio che mantiene l'istruzione, la cultura, il turismo,la comunicazione, i finanziamenti e le pari opportunità, così come l'assessore Franco Fioravanti allo sport ed al tempo libero noncè i servizi sociali.

Lorenzo Valentini non commenta, se non per il modo con cui è venuto a conoscenza della revoca: "Non una telefonata, non un messaggio, ma il messo comunale che suona alla porta di casa. Questo è quello che il sindaco probabilmente intende con "tranquillo vecio" sono esterrefatto. Hanno cambiato le carte in tavola tradendo le promesse elettorali di rappresentanza fatte al gruppo che rappresento e che mi ha portato quasi 500 preferenze".

Marco Dabbizzi, presidente del circolo di Fratelli d'Italia di Lendinara: "Dopo le dimissioni dell'assessore Irene Sasso, non è ci mai stata concessa la surroga benchè avessimo manifestato la volontà di esprimere una nuova figura in giunta, e questa mattina, saputa la notizia direttamente dal nostro ex assessore mi sono rivolto al sindaco Viaro che ha confermato come la sua maggioranza non lo ha messo nella posizione di poter continuare a riservare un assessorato a Fratelli d'Italia. Dispiace, per il rapporto con il primo cittadino, di non averlo saputo in anticipo, ma di averlo appreso a giochi fatti".

Puntualizza il commissario provinciale del partito di Giorgia Meloni Alberto Patergnani: "Sono rimasto stupito della decisione del sindaco Viaro in quanto i nostri ultimi incontri erano terminati con l'accordo di risentirci per discutere della surroga e comunque prima di qualunque decisione (LEGGI ARTICOLO). Dispiace constatare che per la seconda volta i rapporti con la segreteria del partito non sono stati rispettati. L'ultima informativa di questa mattina martedì 11 maggio, da parte del sindaco al coordinatore locale Dabbizzi era di impegno per "cercare di trovare la quadra con i gruppi di maggioranza per non dover sacrificare l'assessore Valentini" per poi constatare che il documento di revoca dell'incarico da assessore è al protocollo comunale con la data di lunedì 10".
Articolo di Martedì 11 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it