Condividi la notizia

RUGBY

Il Frassinelle va in meta contro il Covid

Ritorno in campo per l’Under 14 del Frassinelle (Rovigo) con il Verona Junior, una giornata ricca di emozioni, per molti è stato l’esordio assoluto in un anno complicato

0
Succede a:

VERONA - Dopo oltre un anno per i noti motivi legati alla Pandemia in atto i ragazzi dell’Under 14 del Rugby Frassinelle hanno riassaporato il profumo del campo e il piacere di una sfida con un avversario.

La società polesana, in questo finire di stagione ha deciso di aderire all’attività facoltativa programmata dalla Federazione Italiana Rugby e quindi, nel pieno rispetto dei protocolli sanitari, ha ripreso anche l’attività agonistica scendendo in campo per una sfida amichevole contro il Rugby Verona Junior nello splendido impianto del Payanini Center.

Ai galletti l’onore di disputare l’unica gara nella soleggiata domenica a livello regionale della categoria U14 e la prima dopo 15 mesi di inattività forzata.

Va detto che la società gialloblù è l’unica a rappresentare il polesine nell’attività facoltativa organizzata dalla Federazione Italiana Rugby, al fianco di società maggiormente blasonate come il Petrarca Padova, Valsugana Padova o Cus Padova, soltanto per citare alcune delle società geograficamente più vicine alla provincia di Rovigo.

La sfida si è disputata su tre tempi, con il Verona che ha potuto contare su 28 atleti, di cui ben 19 nati nel 2007 al secondo anno e con esperienza nella categoria e 9 nati nel 2008.

La formazione gialloblù è scesa in campo con 20 atleti effettivi di cui soltanto 4 nati nel 2007 mentre i rimanenti erano tutti del 2008 e quindi al loro esordio assoluto in un match con campo regolamentare e ruoli ben definiti.

Nel primo tempo, vero test con le formazioni tipo delle due squadre in campo, i galletti gialloblù hanno fatto vedere buona personalità e un bel gioco alla mano, schiacciando in modo netto nella propria metà campo per tutto il tempo i più quotati avversari concludendo la frazione tre mete ad una e ricevendo pubblicamente i complimenti dello staff del Verona.

Secondo e terzo tempo dove sono iniziate le girandole delle sostituzioni che hanno favorito gli avversai veronesi che, potendo contare sulle numerose forze fresche in panchina, sono riusciti a prevalere maggiormente da un punto di vista atletico e prendere il sopravvento sui galletti.

Nonostante il punteggio che prendeva il largo a favore dei Veronesi i ragazzi di Visentin e Incanuti hanno saputo tirare fuori l’orgoglio impegnandosi fino alla fine, dimostrando di non mollare mai.

Una gara giocata da entrambe le squadre nel pieno divertimento ed emozione, che ha visto entrambe le formazioni assolute protagoniste della giornata, impegnandosi e cercando ti togliersi di dosso la tanta ruggine che si è accumulata nei tanti mesi di pausa forzata.

Punteggio finale di 84 a 15 che non rispecchia i veri valori espressi in campo e che non conta assolutamente nulla per i ragazzi, i genitori e per chi è rimasto forzatamente fermo per ben quindici mesi e che, ora, ha deciso di fare parlare il campo e ripartire con il rugby giocato. Come anche detto al termine della partita dall’allenatore Mirco Visentin ai ragazzi il punteggio finale può significativamente essere riassunto in Rugby 1.000 - Virus 0.

Domenica prossima 16 Maggio i ragazzi ritorneranno ancora in campo alle 11.00 a Frassinelle, dove affronteranno nuovamente il Rugby Verona che ricambierà la visita.

Articolo di Mercoledì 12 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it